Nasa avverte: asteroide potenzialmente devastante passerà oggi vicino alla terra

La Nasa ha avvertito che un asteroide potenzialmente devastante passerà oggi vicino alla terra, ma non ci dovrebbe essere un rischio collisione.

Quest’oggi la Nasa avrà l’occasione di dare uno sguardo ravvicinato ad uno dei 2000 asteroidi classificati come Neo (Oggetti vicini alla terra). Si tratta di asteroidi, comete e altri corpi celesti che si trovano a passare nei pressi del nostro pianeta e che, qualora cambiassero la propria traiettoria, potrebbero diventare pericolosi per la sopravvivenza della razza umana. Chiaramente al momento si ha una conoscenza piuttosto limitata degli oggetti celesti che potrebbero entrare in collisione con la terra. Lo dimostra il fatto che quasi a cadenza giornaliera vengono scoperti asteroidi nuovi.

L’obbiettivo dell’ente spaziale americano è quello di riuscire a mappare tutta la zona così da avere un’idea più o meno concreta di quale di questi oggetti sia realmente pericolosi. Nel contempo, insieme all’Esa, si lavora un progetto di difesa, così da essere pronti a respingere o deviare la traiettoria di un asteroide in rotta di collisione con la terra. Sebbene non si ha traccia di una collisione catastrofica come quella che ha portato all’estinzione dei dinosauri, non di rado asteroidi di dimensioni minori impattano con la terra. Di recente si è scoperto che un grosso asteroide è precipitato 790.000 anni fa dalle parti dell’Indocina ed è stato sommerso dalla lava di un vulcano.

Leggi anche ->Un asteroide potrebbe colpire la Terra: NASA annuncia la data esatta

La Nasa avverte del passaggio dell’asteroide 2019 UO

L’asteroide che si trova a passare dalle parti della terra quest’oggi è stato chiamato 2019 UO. La Nasa spiega che si tratta di un corpo celeste dalle dimensioni che superano quelle dell’Empire State Building (è lungo 550 metri) e che se venisse a contatto con la terra causerebbe danni di grosse proporzioni. Ciò nonostante l’agenzia spaziale tranquillizza tutti aggiungendo che la distanza alla quale passera dalla terra sarà di estrema sicurezza. Pare infatti che nel punto più vicino con il nostro pianeta, sarà comunque distante 193 milioni di chilometri (11 volte la distanza terra-luna). Il periodo di osservazione ravvicinato del corpo celeste sarà comunque breve. Questo passera intorno alla mezzanotte (23:50) e viaggia ad una velocità di 33.000 chilometri orari.