Accusati di abusi sessuali e maltrattamenti sui figli: assolti dopo sei anni

Tribunale minorenniAssolti con formula piena i genitori che furono accusati sei anni fa di abuso sessuale e maltrattamenti sui figli

Monza: il tribunale ha assolto con formula piena una coppia di genitori che sei anni fa furono accusati di abusare sessualmente dei figli. Si conclude quindi la dolorosa vicenda partita sei anni fa a seguito della segnalazione di alcuni operatori della comunità per minori vicino Varese.

La ricostruzione dei fatti

I figli, affetti da gravi malformazioni fisiche, secondo l’accusa avevano rispettivamente 8 e 2 anni quando si sospettò che fossero stati obbligati a subire violenza fisica e sessuale da parte dei genitori, che oltre ad abusarne li avrebbero costretti ad assistere ai loro rapporti intimi. L’inchiesta partì nel 2014, quando gli operatori ascoltarono le confidenze da parte dei piccoli, che si trovavano in quel momento nella comunità a seguito della decisione del Tribunale dei Minori di Milano a causa della segnalazione di una maestra quando uno dei due confessò di essere stato obbligato a “dormire” con il padre. Ma la vicenda non fu mai accertata. Inoltre, a causa della grave patologia di cui sono entrambi i figli affetti, il Tribunale constatò una serie di difficoltà da parte dei genitori nell’assistere al meglio i figli. Ma le relazioni presentati dalla difesa hanno confutato le tesi presentate dall’accusa. Le tesi sono state poi accolte dal Tribunale di Monza.

La Procura chiede l’assoluzione della coppia

E’ stata la stessa procura a chiedere che i genitori potessero essere assolti. L’avvocato della difesa Maurizio Bono ha riportato che “I bambini, in virtù della loro grave patologia, erano costantemente sottoposti a controlli medici. Le perizie mediche hanno categoricamente escluso gli avvenuti abusi e maltrattamenti, oltre a stigmatizzare come la malattia aveva influenzato anche la capacità di racconto e di percezione dei minori”.

Si valuta un esposto contro la comunità

L’avvocato Maurizio Bono ha affermato che “Stiamo valutando un esposto contro gli operatori della comunità”, i quali “Hanno accusato un’intera famiglia di aver violentato e costretto a riti satanici i bambini. Ora valuteremo il da farsi”. Le accuse non riguardavano solo la coppia, ma anche un zio (ipotesi rimossa) e una nonna (nel frattempo deceduta).

Leggi anche -> Non solo Bibbiano e “Veleno”, Selvaggia Lucarelli ricorda il “Caso zero” dei finti abusi

Leggi anche -> Operatrice abusa sessualmente di minori, la storia shock che arriva da un centro di accoglienza

Leggi anche -> Cuneo, insegnante delle scuole medie accusato di abusi sessuali, uso e cessione di droga