Coltellate contro Vittorio Brumotti e il suo cameraman: paura per l’inviato di Striscia

Aggredito vittorio brumotti

Brumotti è stato aggredito durante un servizio anti spaccio: minacciato con un coltello e colpito con un fendente, ha evitato il peggio grazie al giubbotto antiproiettili. Ferito il suo operatore

Questa volta Vittorio Brumotti ha rischiato davvero grosso. È stato aggredito in un giardinetto di Monza, dove si trovava insieme al suo cameraman per registrare un nuovo servizio dedicato allo spaccio in quella zona. Secondo le prime informazioni l’inviato di Striscia La Notizia sarebbe stato accerchiato insieme al suo operatore, da alcune persone che li avrebbero minacciati con un coltello; Brumotti è stato raggiunto da un fendente ma è rimasto illeso poichè indossava un giubbotto antiproiettile mentre il cameraman 51enne, strattonato, è rimasto ferito ad una gamba. Sulla vicenda dovrà però essere fatta chiarezza con opportune indagini che consentiranno di capire nel dettaglio la dinamica dei fatti. Non è la prima volta che Brumotti viene minacciato durante i servizi “anti-spaccio” realizzati in molte città italiane, documentando gli scambi di droga e denaro e cogliendo i malviventi sul fatto.

Aggressioni a Vittorio Brumotti, i precedenti

Lo scorso novembre era stato aggredito a Cinisello Balsamo ma fortunatamente l’immediato intervento dei Carabinieri aveva scongiurato il peggio, portando all’arresto di quattro spacciatori. Le famiglie dei pusher lo avevano però minacciato ed insultato durante gli arresti. Nel mese di aprile un’altra aggressione, sempre a Monza: dopo essere stato circondato da diversi giovani è stato oggetto di un lancio di bottiglie di vetro e sassi; l’intervento della polizia locale, di una camionetta dell’esercito e di due mezzi della questura hanno permesso all’inviato di Striscia di uscirne illeso.