Un’anaconda gigante terrorizza i bagnanti oltreoceano: loro girano un video. Era un’anaconda paraguaiana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39
Ph CEN

La spiaggia argentina di Entre Rios ha fatto registrare la sicuramente inusuale incursione di un’anaconda. L’animale, proveniente dall’acqua salata, si è fermato sulla battigia

Sebbene sia un rettile avvezzo all’acqua dolce dei fiumi, una gigantesca anaconda ha sorpreso e spaventato i bagnanti che si trovavano in spiaggia a Entre Rios (Argentina). Il grosso animale è sbucato fuori dall’acqua dell’Oceano e ha causato il fuggi fuggi generale, prima di raggomitolarsi sulla battigia. I bagnanti, divisi tra paura e incredulità, hanno girato un video della singolare incursione.

Anaconda spaventa i bagnanti in Argentina, il rettile è stato portato al Parco Naturale di El Brete

Terrore nel centro di Entre Rios (Argentina). Nell’emisfero meridionale è estate e dunque i bagnanti, turisti e abitanti del luogo, stavano tranquillamente gustando una giornata di mare (anche se, in realtà, di dovremmo parlare di Oceano) quando hanno avuto una spiacevole sorpresa che ha scatenato una fuga di massa dalla spiaggia. In acqua, a un certo punto, è stata avvistata una grossa anaconda che si è diretta verso la riva.

I bagnanti, come abbiamo detto, hanno accusato il colpo e si sono allontanati il più possibile, senza tuttavia abbandonare del tutto la spiaggia. Qualcuno ha anzi girato un video che è già diventato virale. Poi, dopo essere state allertate, sono intervenute le autorità: gli agenti hanno preso in consegna il rettile e hanno confermato che si tratta di un’anaconda paraguiana, detta anche anaconda gialla.

Il rettile è stato rimesso in libertà, in totale sicurezza, nel Parco Naturale di El Brete.

Anaconda spaventa i bagnanti in Argentina, il video della presenza dell’animale registra le urla di terrore dei bagnanti

Nel video si vede che la testolina dell’animale sbuca fuori dalla superficie dell’acqua, mentre le onde zigzaganti segnalano il movimento sinuoso del corpo: l’animale è diretto a riva. La spiaggia è già deserta e le urla dei bagnanti fanno da sottofondo sonoro alla registrazione. Arrivato a riva, il serpente inizia a muoversi per poi fermarsi– poco più in là- nei pressi di un ombrellone solitario.

Sul finire del video si vedono, alle spalle del rettile, un uomo e un bambino (presumibilmente il figlio): gli unici che abbiano cercato di avvicinarsi al grosso serpente– forse per curiosità- e a essere stati inquadrati dalla videocamera.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!