Muore carbonizzato dopo un incidente il giornalista Giuseppe Catalano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31

Auto in fiamme romaE’ accaduto fuori Roma la sera del 9 gennaio. Lo avrebbe ucciso un malore fatale

Roma: “Mi sono perso, potete aiutarmi?”: queste le ultime parole di Giuseppe Catalano, originario di Roma e di professione giornalista. Il 77enne è deceduto nel Comune di Sant’Oreste, all’esterno della sua auto carbonizzata. 

La ricostruzione dei Carabinieri: la prima pista è un malore fatale dopo un incidente

Secondo la ricostruzione effettuata dai Carabinieri l’uomo sarebbe morto per un malore fatale a seguito di un incidente stradale, che si sarebbe consumato dopo l’uscita di strada del mezzo. Giuseppe Catalano è riuscito ad uscire dalla sua Smart, per poi effettuare una chiamata nella quale ha lanciato la sua ultima richiesta di aiuto. L’uomo sulla rubrica non aveva alcun numero di telefono, ha digitato quello scritto su un bigliettino che al momento dell’accaduto aveva in tasca, ossia quello del suo antennista che, essendo fuori Roma, non sarebbe riuscito a raggiungerlo. Da lì Catalano avrebbe iniziato percorrere una strada abbandonata e dissestata nei pressi di alcune campagne del Comune di Sant’Oreste. In questo tragitto avrebbe perso il controllo del veicolo andando a finire in un dirupo. Da lì non c’è stato più nulla da fare: l’auto è andata in fiamme a seguito della collisione con una recinzione. Catalano è riuscito a fuggire, come testimoniano le ustioni presenti sulle mani al momento in cui è stato ritrovato da un contadino del luogo. Ma uscire non è stato sufficiente a salvarsi: il giornalista, famoso per molte inchieste effettuate a cavallo fra gli anni ’70 e ’80, si sarebbe accasciato a terra non riuscendo a fuggire dall’abitacolo in fiamme. 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!