Omicidio Simonetta Gaggioli, dopo cinque mesi la svolta: arrestata la nuora. Avrebbe agito per l’eredità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01

Picchiato perchè gay, la denuncia

Il corpo privo di vita di Simonetta Gaggioli (73 anni) è stato rinvenuto in strada, la scorsa estate. Ora sua nuora, la 31enne Adriana Pereira Gomes, è stata accusata di averla uccisa ed è stata arrestata

Il suo corpo privo di vita era stato ritrovato sul ciglio della strada, avvolto in un sacco di plastica, in una località toscana non distante da Piombino. Lei, Simonetta Gaggioli, 73 anni e un incarico da ex Funzionaria della Regione Toscana, è morta a causa di un avvelenamento causato dall’ingerimento una dose massiccia di farmaci. È apparso subito chiaro- viste anche le modalità di ritrovamento del corpo- che si sia trattato di un delitto.

Ora, dopo cinque mesi di indagini, pare essere arrivata la svolta: gli inquirenti hanno tratto in arresto la nuora della donna, moglie di suo figlio (anche lui indagato) e madre dei suoi nipoti. La giovane donna avrebbe ucciso la suocera e il movente sarebbe l’eredità che con la scomparsa di Simonetta Gaggioli il figlio (e, di conseguenza, anche la donna accusata) avrebbe incassato.

Omicidio Simonetta Gaggioli, ingeriti farmaci prima della morte: il risultato dell’autopsia

La scorsa estate, il corpo in evidente stato di decomposizione di Simonetta Gaggioli (73 anni) era stato ritrovato a Riotorto (Livorno) qualche giorno dopo la denuncia di scomparsa fatta da suo figlio Filippo Andreani. Dell’anziana signora, che viveva in casa con lui, sua moglie- la 31enne Adriana Pereira Gomes– i figli della coppia, da qualche giorno si erano perse le tracce. Infine, il tragico epilogo che ha portato all’avvio di un’indagine che ora pare essere giunta a una svolta importante.

L’autopsia effettuata sul corpo della donna- corpo che esteriormente non presentava segni di violenza- ha evidenziato che Simonetta Gaggioli aveva ingerito un mix di farmaci, accompagnati da un’altra sostanza tossica. Potrebbe essere dunque l’avvelenamento la causa del decesso.

Omicidio Simonetta Gaggioli, la nuora è stata arrestata Adriana Pereira Gomes. Il figlio è ancora indagato

Interrogati dalla Polizia, il figlio della vittima e sua moglie hanno dichiarato di non avere motivi di astio nei confronti dell’anziana madre e suocera. Come riporta Ultimenotizie.it, I rapporti, tra la donna e la coppia, sarebbero anzi stati buoni e la donna era andata a vivere in casa loro. Come riporta invece la Repubblica, pare che in casa fossero frequenti le liti per questioni economiche e che il figlio e la moglie chiedessero, ripetutamente, del denaro alla donna per acquistare alcol e sostanze stupefacenti. Entrambi sono stati indagati per omicidio e occultamento di cadavere: subito il ritrovamento del corpo la loro automobile era stata sequestrata per permettere tutti  i controlli del caso.

La piega presa dalle indagini ha per portato gli inquirenti a concentrarsi su Adriana Pereira Gomes. Sarebbe stata la donna a somministrare i farmaci alla suocera e ad avvelenarla. I Carabinieri del Comando Provinciale di Livorno l’hanno arrestata e tradotta nel carcere di Sollicciano (Firenze). Le accuse a suo carico- gravissime- sono di omicidio volontario, occultamento di cadavere e truffa. Il figlio della vittima rimane indagato.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!