Profezia biblica compiuta: inondazione si riversa da Gerusalemme nel Mar Morto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:55

L’ondata di maltempo abbattutasi sull’Israele ha generato inondazioni, una delle quali si è riversata nel Mar Morto come nella profezia di Ezekiele.

La parte nord dell’Israele nei giorni scorsi è stata interessata da una forte ondata di maltempo. Le copiose piogge di questi giorni hanno permesso il superamento del record per volume di pioggia caduta su Gerusalemme in un giorno che resisteva da 51 anni. Nella giornata di maggiore intensità, infatti, sono caduti 40 cm di pioggia solo sulla parte nord della capitale israeliana.

L’abbondanza della pioggia precipitata in queste ore ha causato non pochi disagi agli abitanti della città. Purtroppo è stata anche registrata la morte di due persone. Disagi e bilanci causati dal maltempo che conosciamo bene anche in Italia, dove solo due mesi fa l’alluvione di Venezia causava danni alla Basilica di San Marco e portava alla morte di diverse persone.

Inondazione a Gerusalemme, c’è chi parla di profezia biblica compiuta

In un contesto così difficile non si pensa che qualcuno possa affermare che il maltempo sia legato in qualche modo ad una profezia biblica, eppure è quanto è successo. Dopo la pubblicazione in rete di un video che mostra un torrente di acqua mista a fango che scende sino al Mar Morto, qualcuno ha fatto notare che la scena ripresa è stata descritta proprio nel testo sacro. Il riferimento è alla profezia di Ezechiele sulla distruzione di Sodoma e Gomorra attraverso l’alluvione.

Nel passo biblico infatti si legge: “Molti alzeranno gli occhi e vedranno l’intera piana del Giordano, zona irrigata prima che Haslem distruggesse Sodoma e Gomorra. Quindi mi disse: “Questa massa pericolosa d’acqua passera per la regione orientale e andrà giù sino all’Arabah, e quando entrerà in un bacino di acqua putrida verrà purificata”. La zona irrigata si ritiene che sia quella dove adesso si trova il mar morto.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!