Ragazzo di 21 anni infila il pene in un tubo per masturbarsi e resta incastrato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:46

Uomo con il pene incastrato nel tubo

Un uomo è dovuto ricorrere alle cure mediche dopo essere rimasto con il pene incastrato in un tubo di metallo, sopportando un dolore lancinante per 5 giorni prima di chiedere aiuto.

Un giovane uomo di 21 anni ha rischiato di perdere il membro a causa di un sex toy artigianale. La curiosa notizia è stata riportata dal sito di FanPage ed è accadento in Thailandia. Il ragazzo si è presentato in un ospedale di Bangkok, spiegando di aver infilato il pene in una calza, per poi metterlo in un cilindro di metallo per masturbarsi.

Il glande si sarebbe gonfiato così tanto da impedire il normale flusso di sangue ed ogni tentativo da parte del giovane di liberarsi con l’aiuto di lubrificanti è stato inutile.

Le dichiarazioni dei medici che hanno prestato soccorso

Secondo FanPage il paramedico Akachai Buapathum ha raccontato di aver passato tre ore a rimuovere il metallo dal pene dell’uomo: “Quando è arrivato il suo pene era già gonfio. Il bullone e i dadi erano spessi 3 mm e abbiamo dovuto aprirli con una piccola lama”. Il dottor Sitra Likisakul ha detto che l’uomo avrebbe potuto perdere il pene poiché la pelle era marcita tanto da rendere visibile il tessuto all’interno. “Sono ancora scioccato dal fatto che se la sia cavata” ha spiegato il medico che ha prestato le cure “È molto pericoloso avere il pene in questa situazione per tre ore, figuriamoci cinque giorni”.

L’uomo è ricorso alle cure solo dopo che il dolore è diventato insopportabile.