Dramma in clinica: donna incinta muore con il figlio in grembo, salvato il bimbo

salvo il bimbo in grembo

Una mamma è morta prima di dare alla luce il suo bambino: inutile ogni tentativo di rianimarla. Salvato dai chirurghi il piccolo che portava in grembo

Un bimbo appena venuto al mondo è già rimasto senza la madre, deceduta poco prima di partorire. È un dramma terribile quello consumatosi nella clinica Triolo Zancla di Palermo dove Rosalia N., 40enne incinta ricoverata in attesa di dare alla luce il figlio, è morta. Si trovava al sesto mese della gravidanza e, dato che soffriva di diabete, era sotto osservazione per monitorare che tutto procedesse per il meglio. Ma improvvisamente, durante la notte tra giovedì e venerdì, è andata in arresto cardiaco. I medici sono intervenuti immediatamente avviando le procedure per la rianimazione ma ogni tentativo è risultato vano; provvidenziale è stato invece l’intervento dei chirurghi che sono riusciti a salvare la vita al bimbo.

Parla il medico che ha operato la donna incinta

Luigi Triolo, il medico che ha operato la donna, ha dichiarato: “Nel corso dei controlli ci siamo accorti che il bimbo era ancora vivo. E cosi’ abbiamo eseguito un parto cesareo d’urgenza. Il bimbo è sopravvissuto e si trova adesso ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Civico. Purtroppo – ha aggiunto – la mamma non ce l’ha fatta. Abbiamo fatto l’impossibile per salvarla. Io stesso ho chiesto che venisse effettuata l’autopsia per cercare di risalire alla causa della morte”. Come emerso dalle testimonianze raccolte, la donna si trovava in clinica in seguito all’incremento, fuori dai livelli di guardia, della glicemia.