Sgarbi attacca la Sardina: “Non avete punti di riferimento”. La replica: “Per me è Liliana Segre”

sgarbi sardina liliana segreL’orientamento politico delle Sardine continua a far discutere. 

Sono molti coloro che accusano il nuovo movimento di essere sostanzialmente una “costola” del centro-sinistra, tanto che alcuni esponenti politici della fazione opposta individuano addirittura l’ex premier Romano Prodi come “ideatore” delle Sardine.

Critico nei confronti del nuovo movimento è anche Vittorio Sgarbi. L’ex sindaco di Salemi e attuale candidato per le prossime regionali in Emilia Romagna con Forza Italia, ha ribadito tutte le sue perplessità nella puntata di PiazzaPulita su La7.

Durante il programma condotto da Corrado Formigli, Sgarbi ha accusato le Sardine di non avere ideali e di non avere alcun punto di riferimento, come riportato anche dal quotidiano “La Repubblica”.

“Il mio punto di riferimento? Liliana Segre”

“Le Sardine mi sono anche simpatiche – ha detto il noto critico d’arte – Ma se si va a leggere bene c’è un unico obiettivo: l’odio per Salvini”.

Penso a Gramsci, penso a Gobetti, Einaudi, penso a De Gasperi. Le sardine non hanno idee”, ha incalzato Sgarbi. “Mi dica qual è la sua identità ideologica, chi sono i suoi punti di riferimento – ha detto Sgarbi rivolgendosi ad uno degli esponenti del nuovo movimento, Lorenzo Donnoli – Io i miei li conosco”.

Donnoli ha replicato a Sgarbi affermando che uno dei suoi punti di riferimento è la senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta agli orrori del nazifascismo.