Vladimir Luxuria lancia un appello per la sua Foggia: “In ostaggio delle bande criminali”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:17

Vladimir Luxuria, battuta Gem BoyL’ex parlamentare Vladimir Luxuria lancia un appello per salvare la sua Foggia dall’escalation criminale che l’ha colpita nell’ultimo periodo.

Sono sempre più numerosi gli atti criminali che si verificano nella città di Foggia. Da qualche tempo a questa parte si registrano esplosioni di ordigni davanti agli esercizi di commercianti non disposti a pagare il pizzo e sparatorie in strada. Atti criminali che ricordano da vicino quelli che si verificavano con maggiore frequenza in Sicilia negli anni ’90 (non che ora il fenomeno sia concluso del tutto) e che si verificano anche in Campania e Calabria. Non c’è dubbio, dunque, che dietro a queste azioni di guerriglia ci sia una la  criminalità organizzata (non è certo nata in questi ultimi anni), ma ciò che preoccupa è la direzione violenta che ha assunto.

Leggi anche -> Agguato con sparatoria, ucciso un uomo di 53 anni. I politici invocano l’intervento della Lamorgese

A denunciare la situazione di crisi e paura in cui vivono i foggiani per bene è stata di recente Vladimir Luxuria. In un’intervista rilasciata a ‘La Stampa‘, l’ex parlamentare parla con preoccupazione dell’escalation di violenza che si sta osservando nella sua città natale: “Una situazione terribile, la città sembra in mano a bande criminali giovanissime, probabilmente anche sotto l’ effetto di stupefacenti. Certo che la gente ha paura, ieri hanno messo una bomba in un centro anziani, dove sarà la prossima? In un asilo?”.

Leggi anche -> Cerignola, omicidio in pieno giorno: la vittima è un 46enne pregiudicato

Vladimir Luxuria, appello per la sua Foggia: “Dobbiamo ripartire dalle scuole”

Per fare capire il livello di tensione che vivono le persone, Vladimir spiega come sua madre a Capodanno abbia voluto tenere le serrande abbassate per timore dei proiettili vacanti, quindi specifica: “Per carità gli spari ci sono sempre stati da queste parti ma negli ultimi tempi la città è precipitata in un vortice di violenza che allarma. Sembra di stare nel Far West”. Se un tempo la città era un posto bello in cui vivere ed in cui sviluppare progetti di inclusione, adesso spiega l’ex parlamentare: “Sembra di essere a Palermo negli anni del piombo. L’escalation è stata costante è terribile, certo c’ è la mafia, non c’è alcun dubbio, ma la verità è che la città è in mano a bande criminali di giovani che non hanno paura di niente. Anzi, sembra quasi che cerchino i riflettori. Si muovono come se fossero su un set cinematografico”.

Luxuria parla anche delle possibili soluzioni alla situazione, spiegando come non servano solo gli atti di repressione ma anche interventi mirati sull’istruzione e sul lavoro:  “Salvini aveva mandato l’esercito. Benissimo, ma non è solo così che si fronteggia una situazione che sembra fuori controllo. Bisogna portare progetti educativi e lavoro. Tagliare l’erba sotto i piedi alla mafia e alla criminalità. Se davvero vogliamo sradicare la violenza bisogna ripartire dalle scuole”.