Capotreno di trenord 25 enne picchiata da un passeggero senza biglietto. Nessuno in suo soccorso

A riportare la notizia un sindacalista Cisl di Como. Nessuno è intervenuto ad aiutare la ragazza

“Si sieda in maniera composta e mi mostri il biglietto”: a scatenare l’aggressione sarebbe stata questa banale raccomandazione seguita dalla richiesta di esibire il biglietto. La capotreno stava svolgendo il suo giro di controllo e vidimazione dei biglietti venerdì mattina su un convoglio della compagnia trenord, quando è stata picchiata. L’aggressione è avvenuta su un treno che si trovava nei pressi di Seregno, cittadina della provincia di Monza. L’aggressore, stando alle ricostruzioni della 25enne, sarebbe stato un uomo italiano di mezza età che si era sdraiato sui sedili occupando più di un posto a sedere. All’invito di sedersi in maniera consona e di esibire il biglietto, di cui non era in possesso, sarebbe scattata l’ira dell’uomo.

Presa a pugni in faccia davanti all’indifferenza di tutti

Dopo aver constatato che il passeggero non era in possesso del biglietto la capotreno lo avrebbe accompagnato verso le porte di uscita. Da qui la violenza: l’uomo ha iniziato a prendere a pugni in faccia la donna per poi darsi alla fuga. Stando alle ricostruzioni del sindacalista e della capotreno il tutto sarebbe avvenuto nell‘indifferenza generale dei passeggeri, pur essendo un orario di grande affluenza sul mezzo di trasporto. Nessuno dei presenti infatti sarebbe venuto in soccorso alla donna aggredita, finita in ospedale con una prognosi di 25 giorni. La polizia è in cerca dell’aggressore.

Leggi anche -> Il capo della Gang che staccò un braccio al capotreno col machete ha chiesto asilo umanitario 

Leggi anche -> “Noi saliamo anche senza biglietto”, due stranieri picchiano i controllori del treno 

Leggi anche -> Pestato a sangue da un branco di dieci stranieri senza biglietto. “Noi profughi, non puoi fare niente” 

Leggi anche -> Torino, passeggeri sul treno in ostaggio di una gang di magrebini per 5 ore