Allarme in Italia: “Stanno arrivando almeno 41 terroristi siriani”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:25

terroristi siriani in viaggio verso l'italia

L’allarme arriva nientemeno che dal portavoce dell’esercito nazionale libico del generale Haftar: almeno 41 terroristi siriani avrebbero lasciato le coste libiche per raggiungere l’Italia

Aiutati da trafficanti di esseri umani e “sostenuti dal Governo di accordo nazionale”, almeno 41 terroristi avrebbero lasciato la Libia per raggiungere l’Italia. È un vero e proprio allarme terrorismo quello lanciato dal portavoce dell’esercito nazionale libico del generale Khalifa Haftar che ha chiamato in causa la penisola per segnalare che nelle ultime 48 ore sarebbero 41 i presunti terroristi allontanatisi dalle coste di Tripoli. Parole che arrivano nel giorno della conferenza di Berlino sulla Libia e che fanno seguito a quelle del presidente turco Erdogan il quale ha dichiarato che qualora dovesse cadere il governo di Tripoli il terrorismo di matrice islamica riprenderà. A tal proposito ahmed al Mismari, portavoce dell’autoproclamato esercito nazionale libico del generale Khalifa Haftar ha sottolineato: “Nelle ultime 48 ore più di 41 terroristi siriani hanno lasciato le coste di Tripoli diretti verso l’Italia con l’aiuto dei trafficanti di esseri umani sostenuti dal Governo di accordo nazionale”.

Al-Mismari, eliminare la presenza turca per la pace in Libia

Nel corso di una conferenza stampa Al-Mismari ha aggiunto che la Turchia non può essere considerata una garanzia di pace per la Libia. Solo eliminando la presenza turca nel Paese si potrà arrivare, è la sua opinione, ad una soluzione. Il presidente turco, a detta del portavoce di Haftar, avrebbe ripetuto “una serie di bugie con lo scopo di fuorviare l’opinione pubblica, proprio in vista della conferenza di Berlino sulla Libia”.