Festa di compleanno con fuga, in cento mangiano ma non pagano: arriva la condanna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06
Festeggiano un compleanno in un locale ma non pagano
Immagine di repertorio

Incarica un locale di organizzare una festa di compleanno per il figlio di sei anni, ma dopo la festa va via senza pagare. Risultato: conto esorbitante e danni agli arredi del ristorante in questione. La vicenda

La vicenda di cui stiamo per parlare risale al 2016, si incentra su una festa di compleanno non andata esattamente come avrebbe dovuto e si è svolta a Casarsa della Delizia, un Comune di circa 8mila anime che si trova in Friuli-Venezia Giulia. La parte lesa è la società Cinque Spaghi Srl, che ha subito un danno pari a una cifra che va oltre i 23mila euro. Un articolo firmato da Cristina Antoniutti per Il Messaggero ci svela che cosa è accaduto e come si è adesso evoluta la questione.

Festeggiano un compleanno in un locale ma non pagano, è successo nel 2016 in Friuli

Era il 22 maggio del 2016 quando la Cinque Spaghi Srl, una società friulana, ha organizzato una festa di compleanno per un bambino di 6 anni. La festa era stata commissionata da un uomo di nome Sandro Mazzola Diesel (o almeno, con queste credenziali si è presentato per dare disposizioni in merito) che ha dichiarato di essere il padre del piccolo festeggiato. In quella fatidica giornata, al pomeriggio, gli invitati si sono dunque presentati da “Al Posta” (il locale presso il quale si è tenuta la festa) e qui si sono intrattenuti fino alle ore 03:00 della notte.

Parliamo di oltre un centinaio di persone che, però, non hanno mai pagato il conto. Il padre del bambino aveva promesso che le quote da versare al ristorante sarebbero state raccolte al momento del taglio della torta, ma questo passaggio non è mai avvenuto. O meglio: si disse che qualcuno aveva rubato il cestino con i soldi del pagamento e che la famiglia- dopo aver scoperto l’autore del furto- avrebbe recuperato il denaro sarebbe ritornata il giorno dopo per saldare il conto. Poi, il nulla e numerosi solleciti di pagamento (rimasti inascoltati) da parte dei titolari dell’esercizio commerciale.

Festeggiano un compleanno in un locale ma non pagano, danni ai proprietari per oltre 23mila euro

Oltre ai cibi e alle bevande consumati (in eccesso rispetto alla cifra pattuita e diverse per tipologie: oltre a pizze e stuzzichini, bevande e alcolici, i presenti hanno consumato anche pesce e champagne), da pagare ci sarebbero stati anche i danni che gli invitati hanno causato ad alcune suppellettili del locale (ad esempio le tovaglie e i muri), per un totale di 23mila euro. Questa è la cifra che ci ha rimesso la titolare legale della Cinque Spaghi Srl: Giovanna Agnoletto. La donna ha tentato di far pagare gli ospiti morosi e lo ha fatto anche ricorrendo all’aiuto delle Forze dell’Ordine e denunciando l’accaduto. Il risultato è stato l’avvio di un procedimento penale per insolvenza fraudolenza aggravata dall’entità del danno. Questo procedimento si è concluso ieri con l’emissione della sentenza.

Festeggiano un compleanno in un locale ma non pagano, condannato a un anno di carcere un uomo di 46 anni

L’imputato, cioè colui che si era presentato come Sandro Mazzola Diesel, è un uomo di origine sinti di  46 anni di nome Sandro Braidich. Mazzola è il soprannome con cui l’uomo è conosciuto nella zona. È stato condannato a scontare la pena di un anno di reclusione. Assolta la moglie, Gloria Braidich (42 anni), per non aver commesso il fatto. Alberto Rossi, giudice monocratico, ha riconosciuto alla parte civile un risarcimento di 30mila euro.

Maria Mento