Australia, altro segno apocalittico: dopo incendi e alluvione arriva lo tsunami di sabbia

In Australia continuano le avverse condizioni atmosferiche: dopo gli incendi devastanti e la pioggia che ha causato alluvioni, arriva una tempesta di sabbia.

Sono tempi duri quelli che stanno vivendo i cittadini australiani negli ultimi mesi. Per diverso tempo, infatti, il continente è stato devastato dagli incendi. Il clima torrido ed i venti hanno portato a continui incendi che hanno messo a rischio la sopravvivenza di animali, vegetazione ed esseri umani. In quei giorni di terrore era praticamente impossibile spegnere gli incendi, sia per vita del caldo che a causa dei forti venti caldi che alimentavano le fiamme.

Leggi anche ->Tennis, il fumo degli incendi scuote gli Australian Open a Melbourne

Nei giorni scorsi è finalmente giunta la pioggia. Ma le precipitazioni sono state violentissime e in diverse zone gli abitanti dell’ostico continente oceanico hanno dovuto combattere con delle alluvioni. Una situazione complicata alla quale si sta facendo fronte in questi giorni. Ma se in alcune zone dell’Australia si lotta contro gli effetti disastrosi del cattivo tempo, in altre si assiste ad un altro fenomeno atmosferico dall’aspetto terrificante.

Australia lo tsunami di sabbia fa il giro del mondo

A dare testimonianza di quello che da alcuni è stato definito uno “Tsunami di Sabbia’ è stato il cittadino del New South Wales, Jason Herbing che sulla sua pagina Twitter ha pubblicato un video di un minuto e mezzo in cui è possibile vedere un muro di sabbia che parte in lontananza e a velocità inaudita lo raggiunge oscurando il cielo come se fosse notte. Tra i vari commenti scritti sotto al video, si legge: “Sembra qualcosa uscito da un film di fantascienza con Tom Cruise”, un altro invece ironizza sulla drammatica situazione, probabilmente per stemperare la tensione, e scrive: “Dopo incendi, alluvioni, fulmini e lampi, grandine. Sinceramente mi attendevo un’invasione di locuste, ma mi ero dimenticato della tempesta di sabbia”.