Donna partorisce in casa e uccide la figlia neonata: orrore alle porte della Capitale

Neonata morta a Vitinia

La madre della bambina è accusata di aver colpito a morte la neonata appena partorita in casa, presso la propria abitazione a Vitinia, Acilia. Sul caso indaga la Procura di Roma mentre la donna agli arresti domiciliari.

Orrore a Roma, dove una donna di 29 anni, italiana di origine svedese è stata fermata ieri con l’accusa di tentato omicidio nei confronti della sua bimba appena nata.

E’ stata la stessa donna ad allertare il 118 raccontando che la bambina era caduta. Ma secondo quanto trapela, le ferite, alcune delle quali alla testa, sarebbero incompatibili con il racconto della donna. La neonata era stata ricoverata all’ospedale pediatrico Bambino Gesù ma è deceduta per le ferite riportate.

Decesso dopo il parto, ancora da chiaride le cause

Il parto è avvenuto sabato all’alba. La giovane è stata trasportata al Sant’Eugenio dove, al termine delle cure, è stata raggiunta dal fermo, la cui convalida è attesa per martedì. La donna ha detto ai militari intervenuti di non sapere di essere incinta.

La compagnia dei carabinieri di Ostia sta indagando per capire se la ferita alla testa possa essere stata causata da una manovra sbagliata durante il parto.