Le leonesse lottano contro i tassi del miele, dalla savana arriva un video virale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:55
Ph Abdulaziz Adam

Dalla savana arriva un video che ritrae un combattimento tra leonesse e tassi del miele: le riprese sono diventate virali, anche perché lo scontro si è concluso in maniera sorprendente

Dalla savana arriva un video incredibile: quello in cui si vede che due tassi del miele, piccoli mustelidi conosciuti anche con il nome Mellivora Capensis o di Ratele, costringono un gruppo di sette leonesse a mettersi sulla difensiva.

Gli esemplari di femmina di uno dei predatori più feroci al mondo sono state messe in difficoltà da degli animali che non solo hanno un corpo di dimensioni più irrisorie ma che sono di sicuro anche meno feroci. Eppure, le mellivore hanno addirittura mostrato l’intenzione di attaccare le leonesse: Infine (anche se non ne siamo sicuri) è anche probabile che le leonesse abbiano deciso di lasciarle in pace. Il video è stato girato da alcune persone che hanno assistito alla singolare lotta.

Le leonesse vengono sconfitte dai tassi del miele, il video girato in Zambia da dei turisti

Dei turisti che si trovavano in Zambia, in un habitat in cui vivono molti animali feroci, hanno avuto la fortuna di assistere a un particolare incontro ravvicinato tra un gruppo di sette leonesse e due tassi del miele. Queste persone, nel momento in cui stava andando in scena quello “spettacolo”, viaggiavano a bordo di un camion.

I tassi del miele sono dei mustelidi, fisicamente molto simili a delle marmotte o a delle puzzole, ed erano evidentemente stati adocchiati dai felini come potenziali, facili, prede da catturare e divorare. Ma le cose non sono andate come forse le leonesse speravano.

Le leonesse vengono sconfitte dai tassi del miele, il grande coraggio di due mustelidi che affrontano sette predatrici

Le sette leonesse hanno tentato di accerchiare i due tassi e addirittura una leonessa era riuscita a catturare uno degli esemplari. L’animale, però, è riuscito a liberarsi e si è rivoltato contro la stessa predatrice, trovando anche l’aiuto del compagno. La pelle del tasso è spessa sei millimetri e il suo corpo– se si pensa anche ai suoi artigli- è progettato per sopravvivere a “risse” di questo genere.

I due mustelidi si sono dimostrati particolarmente aggressivi e hanno minacciato le femmine di leone, fino a costringerle a desistere dal loro intento o a temporeggiare.

Fatto sta che dal video di 37 secondi in cui viene mostrata parte di questo incontro ad alta tensione (video pubblicato dal Daily Star) non si capisce se le leonesse abbiano deciso di lasciare perdere o soltanto di aspettare, nel tentativo di logorare psicologicamente i tassi.

Maria Mento