Si dà fuoco per protesta davanti al Tribunale dei Minori di Mestre. Donna ricoverata in gravi condizioni

tribunale minori donna si dà fuocoSi è cosparsa di liquido infiammabile e si è data fuoco davanti alla sede del Tribunale dei Minori di Mestre (Venezia). 

Una donna è ricoverata in gravi condizioni dopo aver compiuto questo gesto stamattina dinanzi al Tribunale. Stando a quanto riportato dal quotidiano “La Repubblica”, la donna aveva con sè un cartello recante una scritta in un italiano di non facile comprensione.

Il messaggio riportato nel cartello faceva riferimento all’affidamento di sua figlia, di nome Sofia, e anche a suo marito, che pare abbia domicilio in provincia di Treviso. Quasi certamente la donna ha deciso di darsi fuoco in seguito ad una recente sentenza emessa proprio dal Tribunale dei Minori di Mestre.

La donna è ricoverata in gravi condizioni

La donna è stata immediatamente soccorsa e trasportata all’ospedale dell’Angelo, dove è giunta in gravi condizioni. Fonti mediche riferiscono che la paziente è stata subito intubata, per poi essere trasferita d’urgenza al Centro Grandi Ustionati di Padova.

Le forze dell’ordine, che stanno cercando di mettere insieme i pezzi dell’intera vicenda, hanno rinvenuto una tanica contenente del liquido infiammabile e il cartello esattamente nel luogo in cui la donna si è data fuoco. Sul cartello, oltre alle motivazioni di un tale gesto, compare anche la fotografia di un uomo con una bambina in braccio.