Orrore in Gambia, bambini venduti a pedofili europei per 2 sterline: l’inchiesta di “The Sun”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:16
Ph My Story Media

Un’inchiesta giornalistica di “The Sun “ha svelato una situazione da incubo che riguarda i bambini del Gambia: i loro genitori, disperati per la povertà, li vendono ai pedofili britannici per 2 sterline

Bambini africani venduti ai pedofili per 2 sterline. Succede in Gambia, dove le difficoltà economiche vissute dal Paese e una giustizia più o meno assente stanno facendo sì che negli ultimi tempi si siano intensificate le vacanze sessuali dei pedofili europei. Nell’inchiesta pubblicata, in merito, da “The Sun” si parla di persone di nazionalità britannica (ma non solo, a quanto pare) interessate sia a bambini sia a bambine. I piccoli vengono venduti dalle loro famiglie, nel tentativo di scampare alla povertà. Un inviato del quotidiano è stato sul posto e ha potuto vedere con i suoi occhi il dramma che sono costretti a vivere i bimbi che finiscono sotto il giogo degli occidentali.

L’inchiesta de “The Sun” sulla pedofilia in Gambia, la crisi economica sta trasformando il Paese in un paradiso per pedofili

Uomini e donne di mezza età che si recando in vacanza in Gambia, in quello che “The Sun” ha definito ilparadiso dei pedofili”. Accade che bambini molto piccoli (alcuni non superano di molto i due anni di età) siano stati visti dal reporter che il giornale britannico ha inviato sul posto in compagnia di persone che non erano i loro genitori biologici. La location in cui questi incontri hanno luogo è una struttura turistica del posto, situata vicino all’oceano.

Queste persone, di nazionalità britannica, pagano e comprano un bambino del posto con cui trascorrere (e non innocentemente) il loro tempo. Così, come ci racconta il tabloid nella sua inchiesta, è capitato che alcuni di questi piccoli siano stati avvistati a pranzo o in acqua in compagnia dei paganti.

Come se il quadro della situazione non fosse già agghiacciante di per sé, si aggiungono altri dettagli spaventosi: i bambini vengono venduti con il consenso delle famiglie che- attanagliate dalla povertà- sperano di tirare su qualche soldo. Il costo di un bambino? La loro vita e la loro dignità (che non dovrebbero essere messe in vendita, in alcun caso) valgono due sterline. La situazione è allarmante perché il Gambia rischia di diventare una zona dell’Africa in cui i pedofili potranno operare senza controllo, qualora non venissero presi provvedimenti importanti per impedire che ciò accada.

L’inchiesta de “The Sun” sulla pedofilia in Gambia, le parole di Lamon Fatty

Il tracollo della compagnia di viaggi Thomas Cook, sottolinea “The Sun”, ha provocato una crisi economica che sta aiutando questi loschi traffici sessuali. In Gambia il turismo sostiene un terzo del Pil del Paese e in seguito all’innescarsi di questa crisi si teme un crollo pari al 50% delle attività economiche. Le località balneari sono già state, in buona parte, colpite.

Lamin Fatty, coordinatore nazionale dell’Alleanza per la protezione dell’infanzia in Gambia, ha rivelato in un’intervista esclusiva che i turisti di entrambi i sessi stanno prendendo di mira i minori africani:

Il sesso è economico nel mio Paese e i bambini vengono venduti per un minimo di 150 dalasi o poco più di £ 2 nella vostra valuta. Alcuni dei genitori sanno che i loro figli vengono maltrattati e lo accettano perché sono così disperati per il fatto di non avere cibo nella pancia. Altri sono troppo ingenui per rendersene conto. Pensano che l’Occidente stia pagando le bollette e aiuti il ​​loro ragazzo o ragazza per bontà del loro cuore, mentre in realtà sono persone che hanno cattive intenzioni. Gli abusi sui minori si verificano continuamente in Gambia e il governo non sta facendo abbastanza per fermarli. I nostri bambini vengono avvicinati direttamente sulla spiaggia o in strada e per questo motivo vengono i maltrattatori da tutta Europa, incluso il Regno Unito. Voglio chiarire che ciò non riguarda solo gli uomini ma anche le donne adulte, che pagano per fare sesso con ragazzi adolescenti in Gambia. Abbiamo leggi che dovrebbero impedire che ciò accada, ma non vengono applicate, quindi siamo diventati un paradiso per i pedofili“.

A questo link potete leggere l’inchiesta completa realizzata da “The Sun”.

Maria Mento