Morso da un ragno violino in ospedale, muore dopo tre infezioni. La famiglia: “Vogliamo la verità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:06

morso ragno violino

Un uomo dializzato sarebbe stato morso da un ragno violino in ospedale durante un ricovero. La famiglia vuole capire se abbia avuto un ruolo centrale nel decesso dell’uomo

Il morso di un ragno violino in opedale potrebbe aver contribuito a portarlo al decesso. È quanto accaduto ad un 63enne, ex paracadutista della folgore e presidente dell’Associazione disabili Valle d’Aosta, morto il 14 gennaio in circostanze ancora da chiarire. Ernesto M. si trovava ricoverato in ospedale per una grave patologia, un’insufficienza renale, ma alcune complicazioni sarebbero sopraggiunte, come riportato dal quotidiano piemontese La Stampa, dopo il morso di un ragno violino mentre si trovava nel reparto di Nefrologia al Parini di Aosta. Secondo quanto riferito da Christian, il figlio dell’uomo, una dottoressa avrebbe loro detto che non si trattava della prima volta “in cui un paziente veniva punto da un aracnide tra le stanze dell’ospedale”. Nel quotidiano viene riportata la ricostruzione dei fatti: dopo essere stato dimesso al 63enne viene diagnosticata una nuova infezione da stafilococco. E pochi giorni dopo ne arriva una terza, in questo caso stafilococco da epidermide che porta all’infezione al sangue che gli risulterà fatale.

Parla il figlio dell’uomo deceduto

La famiglia vuole ora che sia fatta luce sulle circostanze che hanno portato alla sua morte e ha per questo intentato una causa civile nei confronti dell’ospedale. Il figlio ha raccontato: “Mio padre è morto nel giro di poche ore. La mattina avevo parlato con il fisioterapista e mi aveva detto che la visita era andata bene, che stava migliorando. Poi il pomeriggio ci ha lasciati. Siamo consapevoli del fatto che fosse un paziente a rischio – ha aggiunto – era dializzato da dieci anni, ma contrarre così tante infezioni in ospedale, fino alla morte, fa riflettere”. Verranno richieste le cartelle cliniche da parte degli avvocati della famiglia, allo scopo di far luce su quanto accaduto e capire se le infezioni abbiano davvero portato alla morte dell’uomo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!