Picchia un bassotto tra le risate dei presenti: video genera scandalo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57

Da Snapchat è emerso un video che mostra un ragazzo mentre picchia un cucciolo di bassotto ripetutamente, mentre un amico osserva la scena ridendo. L’accaduto ha generato uno scandalo, la polizia investiga.

Diversi utenti internet sono rimasti scioccati nel vedere un breve video in cui si vede un palese maltrattamento ai danni di un cucciolo di bassotto. La clip, emersa dal calderone di Snapchat ci mostra un ragazzo che prende il cagnolino dal collo per poi lanciarlo con furia su quello che sembra un letto. Dopo averlo fatto lo colpisce ripetutamente con dei pugni. Il tutto si svolge in presenza di un altro ragazzo che osserva la scena senza fare nulla ed anzi si mette a ridere fragorosamente.

Leggi anche ->Spara al suo cane e lo trascina, cacciatore spagnolo denunciato: rischia 18 mesi di carcere

Dopo che la clip è stata denunciata alle autorità e oggetto di violente critiche sui social, è emerso un secondo breve filmato. Lo stesso giovane lancia il povero bassotto su un letto, lo avvolge con una coperta e lo colpisce più volte. Gli investigatori che si stanno occupando di questo caso di maltrattamento di animali ritengono che il video sia stato girato in Oklahoma, ma al momento non è stato individuato il colpevole.

Leggi anche -> Si filma mentre picchia il cane a morte nella sua auto: la crudeltà è in diretta – VIDEO

Bassotto picchiato, si cerca il padrone del cane

Da giorni ormai il video ha generato scalpore negli Stati Uniti, dove le associazioni animaliste sperano che il cane possa essere trovato e sottratto al padrone. La portavoce della Animal Rescue, Heater Estrada ha dichiarato ai media che è pronta ad adottare il cucciolo ed ha aggiunto: “Avrebbe un grande significato, mi darebbe un senso di conforto, sapere se il cane è vivo o morto. Se è vivo avrà bisogno di cure mediche che almeno potrebbe ricevere. Penso se lo meriti”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!