Elezioni regionali in Emilia-Romagna, in Rai lo spot pro Salvini. Le spiegazioni di Bruno Vespa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:12

È bufera su Bruno Vespa e su “Porta a Porta” per quanto accaduto ieri sera. A meno di quattro giorni dalle elezioni regionali in Emilia-Romagna, è stato trasmesso uno spot pro Salvini

Ieri sera, su Rai1, è successo un qualcosa che ha fatto sì che il Pd si stia ora scagliando contro la Rai e contro Bruno Vespa. Nel corso dell’intervallo della partita calcistica tra Juventus e Roma, valida per la Coppa Italia, è andato in onda lo spot del noto programma che occupa la fascia della seconda serata di Rai1. Lo spot era dedicato a Salvini e alle elezioni regionali di Emilia-Romagna e Calabria previste per il prossimo 26 gennaio: le immagini mandate in onda mixavano diverse scene, che vedevano protagonista il leader della Lega.

Si vedeva Salvini intento a citofonare– nell’episodio ormai tristemente famoso di Bologna- e poi alcune scene di un comizio nel quale l’ex Ministro spigava più motivi per cui bisogna votare Lega. Questo, vista anche l’assenza di contraddittorio, sta sollevando le polemiche della parte politica che sarebbe così messa in ombra, e cioè la sinistra.

Spot pro Salvini in Rai, in molti contro il servizio pubblico. Parlano anche Zingaretti e Bonaccini

Quello che è accaduto ieri sera, nel corso dell’intervallo della partita di Coppa Italia tra Juventus e Roma, è stato commentato (in negativo, per la Rai e per il servizio pubblico) da numerosi personaggi politici che gravitano nell’area Pd e in quella della renziana Italia Viva. Ovviamente, nonè  mancata l’opinione di Stefano Bonaccini (Presidente della Regione candidato, con il centrosinistra, per un secondo mandato):

Devo dire che è clamoroso. Trovo incredibile che sia stato permesso a Salvini di fare un comizio a Porta a Porta nell’intervallo della partita di Coppa Italia. Il servizio pubblico non ha fatto il suo dovere“.

Anche il segretario del Pd Nicola Zingaretti si è scagliato contro il programma, su Twitter: “A Salvini consentito dalla Rai un solitario comizio durante l’intervallo della partita Juventus-Roma in piena campagna elettorale per l’Emilia Romagna. Mai così in basso, altro che libertà e autonomia. E lo chiamano servizio pubblico“.

Michele Bordo (vicecapogruppo Pd alla Camera), ha sentito, invece, l’esigenza di scrivere una nota ufficiale:

Gravissimo quanto è avvenuto, è stato trasmesso uno spot elettorale, perché di questo si tratta, a Matteo Salvini sul voto in Emilia-Romagna. Nella Rai pagata con i soldi degli italiani mai si era arrivati a questo livello con un servizio pubblico piegato all’arroganza del potere. I cittadini pagano il canone e gli stipendi dei manager della Rai per servire gli interessi generali e non quelli della Lega di Matteo Salvini. Non c’è altro tempo da perdere se ne vadano tutti a casa per evitare l’agonia del servizio pubblico”.

Spot pro Salvini in Rai, Bruno Vespa chiarisce: “Mandato in onda anche quello di Bonaccini”

Bruno Vespa, conduttore di “Porta a Porta”, ha voluto chiarire le cose spiegando (in una nota) che martedì è stato trasmesso anche uno spot a favore della sinistra:

Secondo le tradizioni di ‘Porta a porta’ martedì 21 e mercoledì 22 Nicola Zingaretti e Matteo Salvini sono stati nostri ospiti entrambi per 53 minuti. Identico tempo in video e in voce abbiamo dato a Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni, non trascurando di dar brevemente voce anche alle liste minori. Gli spot con Zingaretti e con Salvini sono andati entrambi in onda nell’intervallo delle partite di Coppa Italia”.

Tuttavia, ha continuato a spiegare Vespa, effettivamente i tempi “promozionali” sarebbero stati squilibrati e a Salvini sarebbe stata concessa maggiore visibilità. Il giornalista ha detto che le cose verranno riequilibrate nel corso di questa serata di giovedì.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!