Pesce sbuca fuori dall’acqua e trafigge al collo giovane pescatore: per lui intervento chirurgico d’urgenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:00
Ph CEN/@PositivityMY

È arrivato in ospedale con un’aguglia ancora attaccata al collo. Il pesce lo aveva trafitto, passandolo da parte a parte, mentre pescava in un fiume. Protagonista di questa disavventura un giovane

Muhammad Idul (16 anni) ha rischiato seriamente di morire nel corso di una battuta di pesca tenutasi nelle acque di un fiume. Siamo in Indonesia, a Buton (centro che si trova nella zona sud-orientale del Paese). L’adolescente si trovava insieme alla sua famiglia quando tutto è successo.

Improvvisamente, un’aguglia è sbucata dall’acqua sorprendendolo: l’azione si è svolta in pochissimi secondi e il ragazzo non ha certamente avuto il tempo di scansarsi. Il muso, affilato, del pesce, gli ha trafitto il collo passandolo da parte a parte. I medici che lo hanno visitato in ospedale hanno disposto un intervento chirurgico d’urgenza per salvargli la vita.

Aguglia trafigge il collo di un adolescente, un’operazione chirurgica della durata di un’ora per salvargli la vita

Terribile incidente per un pescatore indonesiano di nome Muhammad Idul (16 anni). Il giovane stava pescando nelle acque di un fiume e si trovava a bordo di una barca quando una aguglia è sbucata fuori e lo ha trafitto al collo. Secondo quando ha riportato il Daily Star, il giovane è caduto dalla barca ed è poi riuscito a nuotare fino a riva, con il muso del pesce saldamente conficcato tra le sue carni.

Soccorso, il ragazzo è stato trasportato all’ospedale che si trova nel centro di Baubau, ma qui i medici non se la sono sentita di intervenire. La situazione era troppo delicata e servivano delle strumentazioni specialistiche. Per questo motivo si è reso necessario un secondo trasferimento, questa volta nella struttura ospedaliera di Makassar. Il trasferimento ha sortito gli effetti sperati e i medici hanno effettuato un’operazione chirurgica della durata di un’ora durante la quale hanno rimosso l’aguglia e ricucito il collo di Muhammad.

Il sedicenne è stato vittima di un incidente che, in realtà, non accade così di infrequente come si potrebbe pensare. Le aguglie sono piccole e pericolose. Per pescarle vengono sistemate delle lampare la cui luce le attira e le fa saltare fuori dall’acqua: sono tante le persone che sono state rimaste ferite in questo modo. Alcune di queste hanno addirittura perso la vita a causa delle gravi ferite riportate. L’anno scorso- come riporta Leggo.it– la tragedia ha colpito un marinaio thailandese, mentre nel 1977 è toccato a un bambino di 10 anni che ha perso la vita dopo essere stato infilato a un occhio.

Aguglia trafigge il collo di un adolescente, il ragazzo è salvo ma si teme ancora per lui

Muhammad Idul è stato operato, l’aguglia è stata asportata e l’operazione pare essere andata bene. La notizia è stata data dal Daily Mail, ma è stato anche specificato che il 16enne per ora rimane ricoverato in ospedale perché le sue condizioni sono ancora critiche: l’adolescente ha la febbre e i medici temono ancora che possa contrarre delle infezioni.

Maria Mento