Report di Legambiente: “In Italia l’emergenza smog è sempre più cronica”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:22

Il report annuale di Legambiente sull’inquinamento atmosferico in città: “Cinque città italiane hanno superato a gennaio i 18 giorni di sforamento sui limiti dello smog”.

Nelle prime tre settimane di gennaio Frosinone, Milano, Torino, Padova e Treviso sono le città che hanno superato per 18 giorni i limiti di pm10. Sono questi i dati inquietanti che emergono dal report ‘Mal’aria’ di Legambiente: “In Italia l’emergenza smog è sempre più cronica e si ripresenta puntale ogni anno”.

Legambiente, nel suo report sugli ultimi 10 anni, ha evidenziato dati pesanti sul livello di smog nelle città italiane: dal 2010 al 2019 il 28% delle principali città italiane ha superato ogni anno i limiti giornalieri di pm10. La peggiore città italiana sotto questo punto di vista si è rivelata essere Torino, con addirittura un totale di 1086 giorni di inquinamento sopra i limiti consentiti in città.

Legambiente: “L’ormai cronica emergenza smog va affrontata in maniera efficace”

Il Presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani, ha rilasciato queste dichiarazioni sull’emergenza smog nelle città italiane: “L’ormai cronica emergenza smog va affrontata in maniera efficace. Le deboli e sporadiche misure anti-smog, come il blocco del traffico adottato nei giorni scorsi a Roma e in diverse città della penisola, sono solo interventi palliativi. Questi interventi permettono di contenere temporaneamente i danni sanitari, ma non producono effetti duraturi”.

E ancora: “È urgente mettere in campo politiche e azioni efficaci e integrate a livello nazionale. Esse devono riguardare tutte le fonti inquinanti, programmando interventi sia sulla mobilità urbana sempre più pubblica, condivisa, a zero emissioni e multi-modale, che sul riscaldamento domestico, la produzione di elettricità e quella industriale e l’agricoltura. Solo così si potrà aggredire davvero l’inquinamento atmosferico e affrontare in maniera concreta il tema della sfida climatica”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!