Cento secondi alla fine del mondo. Gli scienziati lanciano l’allarme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:25

orologio apocalisse cento minuti a mezzanotteL’aumento delle armi nucleari e i sempre più gravi danni provocati dal cambiamento climatico stanno portando ad un futuro incerto per l’umanità.

Lo rivela anche il “Doomsday Clock”, ovvero l’Orologio dell’Apocalisse, creato nel 1947 dagli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists dell’Università di Chicago per misurare il pericolo di un’eventuale catastrofe finale.

La lancetta dell’Orologio si è avvicinata alla mezzanotte, da cui dista ormai poco più di un minuto: cento secondi per l’esattezza. La decisione di spostare le lancette dell’orologio è stata presa a novembre, prima che l’Iran minacciasse di abbandonare il suo trattato di non proliferazione e la Corea del Nord si allontanasse dai colloqui con gli Stati Uniti sul nucleare.

Come riportato dal Daily Star Online, gli scienziati temono che il mondo stia entrando in un’era instabile, dove più Stati sono in possesso di armi nucleari e potrebbero usarle.

Rachel Bronson, CEO del Bulletin, non ha usato giri di parole: “Mancano 100 secondi a mezzanotte, non siamo mai arrivati a questo punto nella storia dell’Orologio dell’Apocalisse”.

“Non ci sono più margini di errore, è un’emergenza”

“Affrontiamo una vera emergenza – ha aggiunto Bronson – uno stato assolutamente inaccettabile delle questioni mondiali che ha eliminato qualsiasi margine di errore o ulteriore ritardo”.

Robert Rosner dell’Università di Chicago, presidente del comitato scientifico e di sicurezza del Bulletin, ha espresso sostanzialmente le stesse preoccupazioni: “L’avanzamento della lancetta è una pessima notizia. Il mondo è diventato molto pericoloso, e le informazioni spesso distorte o ‘fake’ non aiutano”.

Già l’anno scorso l’orologio è stato mantenuto a due minuti dalla mezzanotte, come all’epoca della Guerra Fredda tra Unione Sovietica e USA.