Spaventosa scossa di terremoto di magnitudo 6.8 scuote intere città in Turchia: edifici distrutti e feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:17

scossa M 6.8 in turchia

Un violentissimo terremoto ha colpito il cuore della Turchia: la scossa ha causato crolli di intere case o palazzi. La situazione

La conta dei danni rischia di essere molto alta, in seguito al violentissimo terremoto registrato dai sismografi interazionali nell’Anatolia orientale. L’area colpita è quella della provincia turca di Elazig e lo scenario è devastante: il sisma ha raggiunto la magnitudo 6.8 della scala Richter ed è stato molto superficiale, tanto da essere avvertito anche a centinaia di chilometri, come riferito dall’osservatorio sismologico di Kandilli a Istanbul. L’ipocentro è stato infatti localizzato a soli 10 chilometri di profondità e le conseguenze sono riscontrabili sui social, guardando le prime immagini dei danni diffuse dai residenti. Il movimento tellurico ha provocato importanti e diffusi crolli che hanno interessato case e palazzi, vi sono decine di edifici inagibili a causa delle crepe che si sono formate durante il terremoto e in diversi video si vedono macerie invadere le strade e veicoli distrutti.

Terremoto Turchia: almeno due feriti a causa della scossa

La popolazione terrorizzata si è riversata in strada ed in molti difficilmente potranno far rientro nelle loro case. Il bilancio è di due feriti ma si tratta di numeri ancora provvisori: sul posto sono state inviate diverse squadre di soccorso dalla protezione civile turca, per allestire i campi per la notte destinati a chi non potrà tornare in casa a causa dei danni agli edifici. Il ministro dell’Interno di Ankara Suleyman Soylu ha dichiarato: “Ci sono diversi edifici distrutti ma non ci sono vittime. Ci risultano al momento solo due feriti”. La scossa è stata talmente intensa da essere avvertita anche in Iraq, Siria e Libano. Decine di civili hanno iniziato a scavare a mani nude tra le macerie per sincerarsi che non ci siano persone rimaste sepolte sotto ai detriti.