Un suono proveniente dall’Antico Egitto. Riprodotta la voce di una mummia di 3000 anni fa.

mummia voce riprodottaLa voce di una mummia risalente a 3000 anni fa è stata fedelmente “riprodotta”. 

L’Università di Londra è riuscita a raggiungere questo incredibile risultato, ricostruendo di fatto il tratto vocale di un sacerdote egizio. Per ottenere la riproduzione della voce, il team di scienziati ha utilizzato la TAC e la stampa in 3D, strumenti che si sono rivelati indispensabili per riprodurre la gola e la faringe del sacerdote.

Come riportato anche dall’ANSA, la mummia si chiama Nesyamun e si trova custodita nel museo di Leeds da circa 200 anni. Il sacerdote egizio è morto all’età di 55 anni, con denti e gengive molto consumati.

La TAC ha permesso di ricostruire l’intero tratto vocale di Nesyamun e ha fatto emergere come i suoi tessuti molli siano rimasti sostanzialmente inalterati grazie al processo di mummificazione.

Il tratto vocale della mummia più piccolo rispetto ad oggi

Le misurazioni condotte dagli studiosi hanno poi evidenziato che il tratto vocale di Nesyamun era decisamente inferiore rispetto a quello degli uomini di oggi.

I dati raccolti sono poi serviti ai ricercatori per riprodurre il suono di quella che doveva essere la sua voce, grazie anche all’utilizzo di una laringe elettronica. Il risultato finale, che ha già catturato l’attenzione degli appassionati di storia egizia, è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports.