Terribile invasione di locuste in Kenya. La più grande negli ultimi 70 anni – VIDEO E FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:31

La spaventosa invasione di locuste che minaccia la sicurezza alimentare di tutto il Paese

Una scena da piaga biblica quella che si può osservare in questi giorni in Kenya. Miliardi di insetti stanno invadendo i campi fra Somalia, Kenya ed Etiopia mettendo in ginocchio gli agricoltori della zona. Gli sciami si sono diffusi dallo Yemen attraverso il Mar Rosso, agevolati dalle piogge che hanno colpito il Paese per tutto il 2019. La paura è che il problema potrebbe molto probabilmente peggiorare.

Distruggono tonnellate di raccolto

C’è un motivo se l’invasione di locuste è considerata una delle peggiori catastrofi naturali. Questi insetti possono arrivare a mangiare fino a 200 tonnellate di raccolto al giorno, andando a distruggere l’equivalente giornaliero di cibo sufficiente a sfamare 35mila persone. Una catastrofe se prendiamo in considerazione la situazione economica e sociale in cui versa attualmente il Kenya. Le locuste potrebbero causare danni ancora più gravi: muovendosi a sciami, questi insetti possono moltiplicarsi in pochissimo tempo. Uno sciame di piccole dimensioni misura all’incirca un km quadrato, e ce ne sono alcuni di centinaia di km quadrati, grandi come una città: per ciascun km quadrato ci sono fra i 40 e gli 80 milioni di locuste. Se si calcola che ogni locusta può mangiare ogni giorno una quantità di cibo equivalente al proprio peso (ovvero 2 grammi) è facile immaginare l’immanente catastrofe che causerebbe il raddoppiarsi delle locuste attualmente presenti.

La FAO: è colpa del caldo record

L’invasione, la peggiore negli ultimi 70 anni, è causata da un drastico innalzamento delle temperature nella zona interessata dallo sciame killer. A spiegarlo è la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) che ha appositamente istituito per l’emergenza un «Osservatorio Locuste» per monitorare la situazione. Il caldo record assieme alle copiosissime piogge sono stati i fattori che hanno scatenato l’ondata di locuste che sta devastando i raccolti di Kenya, Somalia ed Etiopia. «La situazione è estremamente allarmante» – ha riportato la FAO –  «ed è una minaccia senza precedenti alla sicurezza alimentare dell’area» e aggiunge che per affrontare lo sciame serviranno «almeno 70 milioni di dollari» per l’acquisto di aerei che possano sorvolare la zona colpita spruzzando insetticidi.

La situazione potrebbe aggravarsi ulteriormente

Questa emergenza potrebbe ulteriormente aumentare. Il problema si verificherà quando aumenteranno le piogge e la vegetazione diventerà più rigogliosa. Secondo la FAO potrebbe aumentare di 500 volte il numero delle locuste. Save the children ha già fatto una previsione allarmante: se il trend dovesse continuare ad aumentare, 4 milioni di bambini rischierebbero la vita. L’ennesimo sintomo questo di un cambiamento climatico che continua ad essere ignorato ma che sta dimostrando, ora più che mai, la sua forza distruttiva.

Leggi anche -> Sardegna invasa dalle cavallette. Il nuorese è in ginocchio, la Coldiretti lancia l’allarme

Leggi anche -> “Le blatte saranno presto immuni ai pesticidi”: l’allarme lanciato dagli studiosi

Leggi anche -> Emergenza incendi, il circolo Polare a rischio: non era mai successo negli ultimi 10mila anni

Leggi anche -> La presenza di ghiaccio artico sul nostro pianeta è ai minimi storici: in 120mila anni mai così poco