Chi è Morgan, Big del Festival di Sanremo 2020: età, biografia e grandi successi

Cenni biografici su Morgan, “Big” del “Festival di Sanremo 2020, in coppia con Bugo.

Morgan è ufficialmente un “Big” del “Festival di Sanremo 2020” che aprirà ufficialmente i battenti il prossimo 4 febbraio, condotto da Amadeus. Ecco, per voi, qualche cenno biografico sul cantante.

Morgan, vero nome Marco Castoldi, è nato a Milano il 23 dicembre 1972, secondogenito di Luciana Colnaghi e Mario Castoldi, e vive a Muggiò assieme alla sua famiglia fino al 1987. La sorella, Roberta Castoldi, violoncellista, poetessa e ricercatrice, come musicista ha collaborato con vari artisti italiani e stranieri. L’inclinazione per la musica si manifesta presto, con l’approccio alla chitarra all’età di sei anni. E’, però, mancino e le difficoltà che trova lo spingono, un paio d’anni dopo, verso il piano. Le prime composizioni arrivano a nove anni e a dieci compone anche una sonata per pianoforte. Nel frattemmpo, esplode la New Wave e scopre il New romantic, corrente musicale agli inizi degli anni ottanta, ma si appassiona anche al rock, soprattutto anni sessanta. Nasce così la passione nei confronti dei sintetizzatori. Per averne uno scende a un compromesso con i genitori: lo otterrà solo se incomincerà a studiare il pianoforte classico al conservatorio. In questo periodo ha scelto il nome d’arte in onore del corsaro gallese Henry Morgan.

L’11 ottobre 1988, un tragico evento lo scoinvolge: il suicidio del padre per depressione e debiti, a 48 anni. Questo evento lo porterà a scrivere a proposito della sua perdita e delle difficoltà legate a essa. In seguito, deciso a dare una svolta alla sua carriera musicale, non si presenta all’esame dell’ottavo anno di conservatorio del quale non terminerà mai gli studi e incomincia la sua carriera di professionista, all’età di sedici anni, con il pianobar. Inoltre, non concluderà il liceo classico Bartolomeo Zucchi di Monza, preferendo terminare gli studi con un diploma di maturità professionale presso l’IPSIA-istituto Professionale Statale per l’Industria e l’Artigianato G. Meroni di Lissone (MB). Un anno dopo, incomincia a suonare anche il basso elettrico. Senza invertire le corde, come i mancini devono fare, studia da autodidatta una tecnica con posizioni capovolte facendo di questo suo approccio una propria peculiarità. L’anno successivo, a diciassette anni, da solo, sotto lo pseudonimo di Markooper compone e arrangia canzoni che racchiude in due piccoli lavori dai titoli: “Prototype” e “Dandy bird & Mr contradiction”.

Nel 1988, incomincia il sodalizio musicale con Andrea Fumagalli (detto Andy), con cui fonda poco dopo la band Golden Age assieme a Fabiano Villa. Nel 1989, esce il primo vero lavoro: “Chains”, seguito dal primo videoclip realizzato per il singolo “Secret Love”. L’insuccesso del disco porterà la band allo scioglimento: Morgan e Andy andranno a formare i Bluvertigo.

Nel 1994, con l’uscita del primo singolo “Iodio”, i Bluvertigo esordiscono ufficialmente. Partecipano con il singolo a “Sanremo Giovani” dello stesso anno, ottenendo consensi dalla critica, ma piazzandosi al terzo posto fra i gruppi musicali della seconda serata, mancano l’ammissione alla successiva edizione del “Festival di Sanremo”, riservata ai complessi classificatisi ai primi due posti.

Nel 1995 il gruppo pubblica il primo album “Acidi e basi”, seguito da “Metallo non metallo”. Nel 1999 pubblicano l’album “Zero”, che chiude la cosiddetta trilogia chimica. Nel 2001, il gruppo pubblica l’album “Pop Tools”, una raccolta che contiene alcuni brani inediti, tra cui L’assenzio, brano con il quale la band partecipa al Festival di Sanremo dello stesso anno, classificandosi all’ultimo posto. Da questo momento incomincia un periodo in cui i diversi componenti si dedicano esclusivamente a progetti solisti: la band non viene mai ufficialmente sciolta, ma temporaneamente “congelata”. Nel corso degli anni, si susseguono voci sul possibile ritorno della band, che si concretizzeranno solo nella primavera del 2008, in cui i componenti del gruppo si ritrovano per un concerto per il programma di MTV, “Storyteller”.

Biografia e grandi successi di Morgan

Nel 2002, compare nei tre video clip girati da Asia Argento per l’EP “Dimmi che mi ami” di Loredana Bertè. Recita anche in “Perdutoamor del 2002”, per la regia di Franco Battiato. Nel maggio del 2003, esce il suo album di esordio da solista “Canzoni dell’appartamento”. Nel 2005, pubblica il “remake” del noto album “Non al denaro non all’amore né al cielo”, inciso nel 1971 da Fabrizio De André. Nel 2007, pubblica l’album “Da A ad A”, introdotto dal singolo “Tra 5 minuti”. Sull’onda del ritorno dei Bluvertigo nel 2008, viene pubblicato “È successo a Morgan”, una raccolta contenente brani dai suoi album da solista, quattro cover di Fabrizio De André e tre inediti. Anticipato dal singolo “Il mio mondo”, il 10 aprile 2009 esce un nuovo album dal titolo “Italian songbook vol.1”.

Il 18 dicembre 2009 viene ufficializzata la partecipazione al “Festival di Sanremo”, nella sezione “Artisti”, col brano “La sera”, ma a tredici giorni dall’inizio del Festival, il 3 febbraio 2010, è escluso dalla competizione a causa di una sua controversa dichiarazione al mensile Max circa l’uso della droga come antidepressivo. A ottobre, incomincia a lavorare a un nuovo album, che compone con l’ausilio di supporti tecnologici come l’iPad. Il 19 febbraio 2010, viene pubblicato “Morganicomio – Morgan al suo meglio”, album di grandi successi dell’artista che include diciannove canzoni, incluso il singolo “La sera” che doveva presentare a Sanremo. Il 24 gennaio 2012 esce “Italian Songbook vol. 2”. Il 20 novembre 2014, durante il quinto live di “X Factor”, annuncia l’uscita di un nuovo disco di inediti.

Alla sua opera di musicista, affianca sempre più frequenti attività, tra cui spicca maggiormente quella di giudice del programma X Factor. Non mancano collaborazioni per colonne sonore e le apparizioni in televisione. Eccezionalmente, è anche scrittore. Dal 25 marzo 2017, e per sole 4 puntate, veste il ruolo di direttore artistico al serale della sedicesima edizione di “Amici di Maria De Filippi”; al termine di ripetuti dissapori con la produzione e con gli stessi ragazzi della squadra bianca, Maria De Filippi annuncia tramite comunicato stampa la sua esclusione dal programma. Inoltre, una serie di duri attacchi nei confronti dello stesso show televisivo gli causano una querela per diffamazione da parte di Mediaset. Nel 2019, è coach di “The Voice of Italy”.

Dal 2000 al 2007 ha avuto una relazione con l’attrice italiana Asia Argento, dalla quale, il 20 giugno 2001, ha avuto la prima figlia, Anna Lou. Il 28 dicembre 2012 ha avuto una seconda figlia, Lara, nata dalla relazione con Jessica Mazzoli, concorrente di “X Factor 5” e “Grande Fratello”.

Partecipa al “Festival di Sanremo 2020”, in coppia con Bugo, con il brano “Sincero”.

Maria Rita Gagliardi