Indagine Eurispes, il rapporto sottolinea come il 15% degli italiani creda che la Shoah non sia mai esistita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:50

Un’indagine Eurispes basata sul ‘Rapporto Italia 2020’ informa su un fatto a dir poco assurdo. Il 15,6% delle persone crede che in realtà la Shoah non sia mai esistita.

A dir poco clamoroso quanto emerge dal ‘Rapporto Italia 2020’ stilato dall’Eurispes. Ben il 15,6% crede che in realtà la Shoah non sia mai esistita. Nel 2004 le persone ad avere questa idea bizzarra erano appena il 2,7%. Sono in aumento anche le persone che ridimensionano la portata della Shoah: si è passati dall’11,1% del 2004 al 16,1% di oggi.

Il 61,7% delle persone è convinto che i recenti casi di antisemitismo registrati nel nostro Paese siano solo casi isolati. Per queste persone non esiste un concreto problema di antisemitismo nella nostra penisola.

Un altro dato che salta all’occhio è questo: il 19,8% degli intervistati sottolinea come “Mussolini sia stato un grande leader che ha solo commesso qualche sbaglio”. Il 14,3% sottolinea che “gli italiani non sono fascisti ma amano le personalità forti”.

Indagine Eurispes, dato clamoroso: il 15,6% degli intervistati crede che la Shoah non sia mai esistita

Rispetto al 2010, sono diminuiti gli italiani favorevoli allo Ius Soli: si è passati dal 60,3% al 50%. In aumento, invece, i sostenitori dello Ius Sanguinis (dal 10,7% al 33,5%).

Sul discorso immigrazione, il 40,3% delle persone definisce il proprio rapporto con gli immigrati “normale”, mentre il 19,4% parla di “reciproca indifferenza”. Il 10,1% trova gli immigrati ostili , l’8,1% li trova insopportabili, il 7,7% afferma di temerli.

Per quanto concerne le misure attuate dal Governo, molto criticato il reddito di cittadinanza (67,1%) e la Flat Tax (62,6%). Quota 100 è, invece, sostenuta con favore da da ben il 59,2% delle persone . Il 57,6% si esprime a favore dell’autonomia delle Regioni (57,6%).

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!