Chi è Irene Grandi, Big del Festival di Sanremo 2020: età, biografia e grandi successi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:15

Cenni biografici su Irene Grandi, “Big” del “Festival di Sanremo 2020”.

Irene Grandi è ufficialmente una “Big” del “Festival di Sanremo 2020” che aprirà i battenti il prossimo 4 febbraio, condotto da Amadeus. Ecco, per voi, qualche cenno biografico sulla cantante.

Irene Grandi è nata a Firenze, il 6 dicembre 1969. Dopo aver conseguito la maturità scientifica nella Firenze di fine anni ottanta, assieme a diverse band, alcune composte da sole donne, tra cui “I Goppions”, “La Forma” e “Le matte in trasferta”, ha fatto la gavetta, cantando nei locali, pub e bar della Toscana, fino a quando nel 1992 inizia a prendere corpo la sua carriera da solista. Proprio allora inizia a scrivere le sue prime canzoni assieme a Telonio, che sarà suo stretto collaboratore per quasi dieci anni.

Una delle sue prime apparizioni televisive ufficiali risale al 20 novembre 1993 alla trasmissione “Roxy Bar” per promuovere il suo primo 45 giri “Un motivo maledetto”. Il primo singolo, “Un motivo maledetto”, scritto e presentato nel 1993 in collaborazione con Telonio, cattura l’attenzione di Dado Parisini, produttore della CGD (attuale Warner Music Italia), facendole guadagnare il suo primo contratto discografico. Il brano viene presentato a “Sanremo Giovani” e successivamente inizia anche la sua rotazione radiofonica. Questo primo singolo spinge la casa discografica a pubblicare un CD singolo contenente quattro tracce, tra cui anche il remix edito per le discoteche.

Nel 1994, partecipa al “Festival di Sanremo” nella categoria “Nuove proposte”, presentando “Fuori”. Nello stesso anno, pubblica il suo primo album, “Irene Grandi”. Il disco viene promosso anche in Germania. Nel 1995, pubblica l’album “In vacanza da una vita”, contenente numerosi successi, fra i quali “Bum Bum”, “In vacanza da una vita”, “Dolcissimo amore”, “Bambine cattive” e “L’amore vola”. Nello stesso anno, con Pino Daniele, lancia il singolo, di grandissimo successo, “Se mi vuoi”. Nel 1996, si interessa al cinema, cimentandosi nel ruolo di attrice; al fianco di Diego Abatantuono, interpreta la parte di un angelo custode nel film “Il barbiere di Rio” di Giovanni Veronesi. “Per fortuna purtroppo” è il titolo del terzo album di inediti, uscito nel settembre del 1997, un disco assolutamente sperimentale dalle sonorità soul, con molti brani dai ritmi etnici e tribali un po’ bossa nova. Nel 1999, esce la sua quarta opera discografica, intitolata “Verde rosso e blu”, con cui intraprende la strada del Rock e decide di conseguenza di adeguare il suo look.

Biografia e grandi successi di Irene Grandi

Nel 2000, partecipa al “Festival di Sanremo” con il brano “La tua ragazza sempre”, canzone scritta per lei da Vasco Rossi e si classifica al secondo posto. Si tratta della prima collaborazione con Vasco Rossi. Nell’estate del 2001, esce la sua prima raccolta, “Irek”. Fanno parte dell’album gli inediti “Per fare l’amore” e “Sconvolto così”.

“Prima di partire” è il titolo dell’album uscito nella primavera del 2003, il disco composto all’isola d’Elba con la sua vecchia band i Kinoppi, rafforza il sodalizio con Vasco Rossi e Gaetano Curreri degli Stadio. Lo stile è rock, tra i singoli abbiamo “Prima di partire per un lungo viaggio”, “Buon compleanno” e “Oltre”.

Nell’estate del 2004, insieme a Marco Maccarini, conduce il “Festivalbar”. Oltre a condurre, duetta con diversi artisti. “Indelebile”, realizzato tra Londra, Firenze e Milano è uscito nella primavera del 2005. I singoli di maggiore successo sono “Lasciala andare” e “Non resisto”. Nel 2006, si dedica a diverse cause umanitarie.

Nel maggio del 2007 esce “Irenegrandi.hits”, una raccolta di 34 brani su due dischi. Il 20 maggio 2008 esce la sua prima autobiografia ufficiale, “Diario di una cattiva ragazza”, edito dalla Arnoldo Mondadori Editore. Il 14 novembre 2008 pubblica “Canzoni di Natale”. Questo è il primo album di cover natalizie pubblicate da una donna in Italia.

Il 18 dicembre 2009 viene ufficializzata la partecipazione al “Festival di Sanremo”, nella sezione “Artisti”, con il brano “La cometa di Halley”. Nello stesso anno, esce l’album “Alle porte del sogno”.Il 14 dicembre 2014 viene annunciata la sua partecipazione al “Festival di Sanremo 2015”, con il brano “Un vento senza nome”, che anticiperà l’album omonimo in uscita il 12 febbraio 2015.

Partecipa al “Festival di Sanremo 2020” con il brano “Finalmente io”, scritto per lei da Vasco Rossi.

Maria Rita Gagliardi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!