Le Sardine ora dettano l’agenda a Conte. Le priorità sono Sud, sicurezza e democrazia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:26

sardine conte letteraForti del successo in Emilia Romagna, le Sardine ora vogliono incidere anche nell’attività del Governo. 

Il nuovo Movimento, nato spontaneamente e diffusosi rapidamente nelle piazze italiane in contrapposizione con la Lega di Matteo Salvini, ha scritto una lettera-manifesto che si rivolge al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. La lettera è stata pubblicata dal quotidiano “La Repubblica”.

Nell’intervento, che viene firmato “6000 sardine”, viene chiesto al premier di “trovare i fili giusti” con il nuovo Movimento. Inoltre, le Sardine mettono in evidenza alcune priorità che dovrebbero caratterizzare l’azione del governo giallorosso.

“A partire dal Sud – si legge nella lettera – un filo un po’ maltrattato, ma che malgrado tutto conserva la sua dignità e aspetta solo di divenire rete, parte di un coraggioso e fiero intreccio finalizzato alla crescita e alla cura”.

Sud, sicurezza e democrazia: le tre priorità delle Sardine 

“Il luogo – scrivono le Sardine – in cui tante giovani menti, e persone nella loro interezza, crescono, si formano, ma poi vanno via. Il secondo filo si chiama Sicurezza: sicurezza di un lavoro e sul lavoro, sicurezza di assistenza sanitaria, sicurezza di accesso ad un’istruzione di qualità”.

Le Sardine evidenziano poi un terzo aspetto: “Il terzo filo si chiama Dignità della Democrazia, ed è quell’arteria vitale che ogni giorno, nella vita di ogni cittadino, collega la libertà al rispetto delle regole, la vita reale a quella virtuale, e che può aiutare a capire la differenza tra la politica con la P maiuscola e i suoi innumerevoli surrogati”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!