Disinfettante lanciato dai droni, in Cina si tenta di combattere la diffusione del coronavirus

Ph ASIA WIRE

La Cina avrebbe schierato un esercito di droni nel tentativo di combattere la diffusione del coronavirus. Un solo drone è capace di lanciare disinfettante su 16mila metri quadrati di territorio

Nel tentativo di impedire al coronavirus di diffondersi ulteriormente e di colpire altre zone della Cina, il governo di Xi Jimping ha disposto l’invio un esercito di droni “particolari” che hanno già sorvolato i cieli del Paese. Questi droni sono stati caricati di materiale disinfettante, da rilasciare durante il volo: uno solo di questi piccoli strumenti è capace di coprire un’area pari a 16mila metri quadrati di territorio. Il Daily Star, in un suo articolo, ci informa di questi ultimi sviluppi.

La Cina lancia disinfettante dai droni: i voli sono stati avvistati nelle province di Jilin, Shandong e Zhejiang

Si calcola che siano almeno 213 le persone decedute in Cina a causa del coronavirus. Il virus ha ormai varcato i confini nazionali, tanto da indurre l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) a dichiarare l’emergenza sanitaria globale. La malattia, simile a una polmonite, ha fatto registrare casi anche in altre regioni della stessa Cina, nonostante la “chiusura” di Wuhan e delle altre città poste sotto il rigido controllo della quarantena.

Per questo motivo- e cioè per evitare ulteriore diffusione del virus- il governo avrebbe deciso di far volare dei droni che siano in grado di rilasciare del disinfettante, caricato dagli addetti ai lavori prima del volo.

È già successo nelle province costiere di Jilin, Shandong e Zhejiang: il volo dei droni “disinfettanti” è stato catturato in alcuni video che poi sono stati pubblicati sui social media.  Nella città di Heze (provincia di Shandong) pare che abbia volato il drone di un privato (il drone dei 16mila metri quadrati di cui abbiamo detto prima), il quale si è offerto di mettere a disposizione il suo strumento tecnologico.

La Cina lancia disinfettante dai droni, il disinfettante è innocuo per l’uomo

Questo sistema dei droni “disinfettanti” è stato già utilizzato di recente ed è utile per cercare di raggiungere zone rurali, o comunque più lontane dai centri abitati e che non sarebbero altrimenti facilmente raggiungibili.

I droni possono coprire un’area molto più ampia e ottenere ottimi risultati nella prevenzione delle malattie. Poiché il disinfettante è innocuo per l’uomo, non influisce sulla vita quotidiana di nessuno“: così ha commentato la questione Qin Chunhong, l’agente per le a protezione delle colture che ha fatto disinfettare il villaggio di Longfu (Sichuan) lo scorso 30 gennaio.

Maria Mento