Dopo gli incendi arrivano i pipistrelli, è invasione in Australia: gli abitanti temono per i loro figli

Un’immagine dei pipistrelli che stanno assaltando la città di Ingham

A Ingham  (Australia), i cittadini sono preoccupati da uno strano fenomeno che si sta verificando da qualche giorno a questa parte: i cieli che sovrastano la città sono occupati da una grande quantità di pipistrelli

Gli australiani sono abbastanza abituati a convivere con la biodiversità che popola il loro continente.  Da qualche giorno, però, gli abitanti di Ingham (centro che si trova nella regione del Queensland) sono preoccupati da uno strano fenomeno. I cieli della cittadina hanno iniziato a popolarsi da pipistrelli, in quantità maggiore rispetto al solito e tanto che i cittadini hanno persino paura a mandare i loro figli a scuola. La situazione è seria se si pensa che la gran mole di pipistrelli avvistati ha impedito a un elicottero dell’elisoccorso ospedaliero di alzarsi in volo. Della situazione vigente a Ingham ci fa un resoconto il Daily Star.

“Tornado” di pipistrelli si abbatte sull’Australia, i residenti hanno paura. I politici chiedono un intervento “forte”

I pipistrelli, in Australia, fanno parte di quella lista di animali che il Paese protegge con apposite leggi. Ne consegue che per mandarli via i cittadini abbiano poche soluzioni a loro disposizione: non tutto è concesso e questo è funzionale a proteggerli dall’estinzione. Così, gli abitanti di Ingham si stanno trovando a dover contrastare una vera e propria emergenza, che è stata paragonata alla stregua di un tornado.

I cieli di Ingham, località del Queensland settentrionale, si sono letteralmente riempiti di pipistrelli e non tutti hanno reagito bene di fronte a questa emergenza. In molti hanno iniziato ad avere paura, soprattutto per i bambini che ogni giorno devono affrontare il percorso casa-scuola. Il politico locale Bob Katter ha dichiarato che vorrebbe intervenire e utilizzare i fucili, ma ci sono appunto delle specifiche leggi che lo impediscono.

Arriva un momento in cui penso che non infrangere la legge diventi davvero “perseguitare “, come diciamo nel nord del Queensland. E penso che questo punto sia stato probabilmente raggiunto“, ha dichiarato Katter di fronte ai microfoni dei giornalisti.

“Tornado” di pipistrelli si abbatte sull’Australia, si teme per la trasmissione del Lyssavirus

Ho solo l’impressione che ogni pipistrello presente in Australia sia ora ad Ingham. Esistono quattro specie diverse e poiché tutti hanno cuccioli in momenti diversi, quasi non c’è un momento in cui si possa interagire con questi pipistrelli per provare a farli andare altrove“.

Queste le dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Hinchinbrook Raymon Jayo alla rivistaA Current Affair”. La situazione del centro cittadino è davvero critica ma pare che il governo centrale non abbia ancora preso provvedimenti.

I pipistrelli sono così tanti che con il loro peso fanno spezzare i rami degli alberi. Gli alberi che gli animali sembrano preferire sono quelli della scuola, e da qui parte la paura dei genitori dei piccoli alunni. I pipistrelli australiani, tramite graffi e morsi, possono contagiare l’essere umano con il Lyssavirus, strettamente connesso al virus della rabbia. La comunità sta anche subendo danni economici relativi al calo che il turismo ha subito in virtù di questo stato di cose.

Maria Mento