Benetton scarica Toscani dopo la battutaccia sul Ponte Morandi: “Vicini alle vittime”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:03

In seguito alla feroce polemica nata dopo la battuta inappropriata di Oliviero Toscani sul Ponte Morandi, la Benetton ha deciso di porre fine alla collaborazione con il creativo.

La Benetton ha deciso di concludere la collaborazione con Oliviero Toscani, dopo le parole che il creativo ha detto alla trasmissione radio ‘Un giorno da pecora‘. I conduttori lo avevano invitato ad esprimere un’opinione sulle polemiche nate dopo la pubblicazione della foto che ritraeva Luciano Benetton in compagnia di uno dei fondatori delle Sardine. Con il consueto stile provocatorio Toscani aveva risposto quindi: “Ma a chi interessa che caschi un ponte, smettiamola”.

Leggi anche ->Oliviero Toscani a ‘La Zanzara’: “Meloni o Boldrini? Meglio una scimmia”

Una simile affermazione, anche se detta con tono scherzoso, non poteva che sollevare un putiferio e così è stato. Sui social sono immediatamente emersi commenti contro il creativo, forti critiche e insulti. Toscani ha capito la gravità del suo errore e dopo aver presentato delle scuse blande, ha ammesso di aver sbagliato: “Sono umanamente distrutto, mi scuso nel modo più profondo”.

Leggi anche -> La chiesa come un club sadomaso: Oliviero Toscani condannato per vilipendio alla religione

Licenziato Oliviero Toscani, il comunicato della Benetton 

Le scuse non sono bastate a placare la bufera contro Toscani. Contro di lui si è espressa la presidente del comitato ‘Ricordo vittime Morandi’ Egle Possetti, che ha risposto a quella frase dicendo: “43 morti innocenti per lui conteranno poco, ma per noi erano tutto”. A reagire poco dopo è stato Giovanni Toti, Governatore della Liguria, il quale ha manifestato la propria indignazione su Twitter, lanciando l’hashtag “A noi interessa”. Infine il sindaco di Genova Bucci, che ha scritto: “43 persone che hanno perso la vita, ai loro figli, genitori, mogli, mariti e amici. Alle famiglie che hanno dovuto cambiare casa e vita. Il crollo dovrebbe interessare ogni persona dotata di coscienza civile e umana solidarietà”.

A completare l’ecatombe generata da quelle parole è giunto nelle scorse ore il comunicato della Benetton, sul quale si legge: “Benetton Group, con il suo Presidente Luciano Benetton, nel dissociarsi nel modo più assoluto dalle affermazioni di Oliviero Toscani a proposito del crollo del Ponte Morandi, prende atto dell’impossibilità di continuare il rapporto di collaborazione con il direttore creativo”. Nello stesso viene poi rinnovata la solidarietà e la vicinanza dell’azienda ai familiari delle vittime.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!