Festival di Sanremo 2020, vince Diodato: “Dedico il premio alla mia città, Taranto, e a chi lotta contro situazioni insostenibili”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25

Il vincitore del “70° Festival di Sanremo” è Diodato con “Fai rumore”.

Il vincitore del “70° Festival di Sanremo” è Diodato con il brano “Fai rumore”. A lui sono andati anche il “Premio della Critica Mia Martini” (assegnato dalla Sala Stampa Roof dell’Ariston) e il Premio della sala stampa “Lucio Dalla” (assegnato dalla Sala Stampa Radio-Tv-Web del Palafiori). Secondo posto per Francesco Gabbani con “Viceversa” e terzo posto per i Pinguini Tattici Nucleari con “Ringo Starr”.

Le dichiarazioni di Diodato, dopo la vittoria del “70° Festival di Sanremo”

Il cantautore, fresco di vittoria, ha cosi’ commentato il primo posto in sala stampa:

“Ci sto capendo davvero poco di quello che mi sta accadendo ed è stranissimo. Il Festival è fatto anche di attese lunghissime e ti carica di tantissima emotività. Sono sconvolto perché, sin dal primo giorno, da questo Festival mi sono sentito accolto con un calore che non mi aspettavo. Ricevere tutti questi premi è una cosa inaspettata e mi riempie di gioia. Sono felice per tutte le persone che hanno lavorato con me in questi anni, siamo una vera e propria famiglia”.

La vittoria è dedicata alla sua famiglia ed alla sua città, Taranto:

“Dedico questa vittoria alla mia famiglia che ha fatto tanto rumore e che ha con una delicatezza rara ha rispettato questo momento delicato, anche con il silenzio. Infatti non vedo l’ora di sentirli subito! Non posso non dedicare questo premio anche alla mia città, Taranto, e a tutti quelli che lottano contro situazioni insostenibili”.

Su “Fai rumore”, canzone che, secondo alcuni rumors, sarebbe dedicata all’ex compagna Levante, anche lei in gara al Festival con il brano “Tiki Bom Bom”:

“Nel momento in cui cerchi di dire la verità ti metti a nudo. Ho provato anche io un po’ di vergogna a dire certe cose. Poi ti connetti umanamente con chi ti ascolta. Diverse persone mi hanno detto ‘hai scritto la mia canzone’. Credo sia importante nella vita di tutti i giorni aprirsi e connettersi con l’emotività di chi ti ascolta. Anni fa mi esprimevo fino ad un certo punto, poi sono riuscito ad abbattere i muri dell’incomunicabilità che avevo dentro. Questo premio lo dedico anche al bambino che si chiudeva da solo nella stanza e che aveva paura del mondo fuori”.

Diodato parteciperà al prossimo “Eurovision Song Contest” che si svolgerà a Rotterdam e rappresenterà l’Italia proprio con “Fai rumore”:

“Credo bisogna fare squadra, bisogna portare la musica italiana all’estero perché abbiamo una grande forza”.

Maria Rita Gagliardi