Uccide a fucilate un 25enne, coetaneo accusato di omicidio aggravato. Il giovane è morto in ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06

Davide Vinci, ragazzo  di 24 anni arrestato lo scorso mese di dicembre per aver sparato a un coetaneo, è stato accusato di omicidio aggravato. La vittima, ricoverata in ospedale, è deceduta

Si aggrava la situazione giudiziaria di Davide Vinci. Il ragazzo, 24 anni, è detenuto nel carcere di Caltagirone (Catania) da quando – lo scorso 8 dicembre 2019ha aggredito un coetaneo, ferendolo gravemente. Francesco Ferraro, questo il nome della vittima, ha subito un pestaggio prima di essere accoltellato e infine raggiunto da degli spari. Dopo poco meno di due mesi di agonia, il 25enne è morto a Palermo. Davide Vinci ha ricevuto la notizia in carcere e adesso l’accusa di tentato omicidio emanata a suo carico si è trasformata in accusa di omicidio aggravato.

Uccide a fucilate un 25enne, Davide Vinci è detenuto nel carcere di Caltagirone: per lui l’accusa è di omicidio aggravato

Il decesso di Francesco Ferraro, 25enne ferito a morte dal coetaneo Davide Vinci due mesi fa, chiude tragicamente una bruttissima vicenda accaduta in Sicilia alla vigilia delle passate festività natalizie. Il ragazzo ha trascorso due mesi in ospedale prima di morire. Davide Vinci, il suo aggressore, si trovava già in carcere e ora la sua posizione si è aggravata.

I Carabinieri della compagnia di Palagonia gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare per omicidio aggravato emesso dal Gip di Caltagirone. A richiedere l’emissione del provvedimento è stata la Procura di Caltagirone.

Uccide a fucilate un 25enne, la lite fatale ha avuto luogo due mesi fa

I fatti risalgono allo scorso 8 dicembre 2019. Davide Vinci, a quanto pare non lucido a causa dell’assunzione di diverse sostanze alcolicheha ingaggiato una lite con il coetaneo. Lo scontro- avvenuto a Palagonia (Palermo) si è tradotto in un corpo a corpo durante il quale la vittima è stata bastonata, accoltellata e infine raggiunta da cinque colpi di arma di fuoco sparati da un fucile.

Come riporta La Sicilia Web, Francesco Ferraro– in condizioni molto gravi- è stato poi soccorso e trasferito all’Ospedale “Di Cristina Benfratelli” di Palermo: qui è rimasto ricoverato fino al decesso, sopraggiunto lo scorso 30 gennaio 2020.

Maria Mento