Incendia un’edicola, una macchina e uno scooter. Il piromane: “Avevo bevuto 13 birre, scusate”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:50

Ha messo a ferro e fuoco alcune zone della città dopo aver bevuto 13 birre. O almeno, questa è la motivazione che un piromane ha dato alle autorità dopo aver incendiato un’edicola, uno scooter e un’auto

Un uomo di 45 anni è l’autore dei roghi che hanno animato il centro di Pavia nella notte del 26 gennaio scorso. L’uomo ha incendiato la tenda dell’edicola sita di fronte al tribunale, l’insegna di un Bed&Breaksfast, un’automobile (una Fiat Panda) e uno scooter. Dopo essere stato rintracciato dalle autorità, l’uomo è stato denunciato. Gli inquirenti stanno cercando di capire se possa essere lui l’autore del rogo che, nella stessa notte, ha distrutto una Fiat 500 che si trovava in Via San Felice. Quel che è certo è che il piromane ha agito sotto l’effetto di sostanze alcoliche.

Piromane identificato a Pavia, lui si giustifica: “Avevo bevuto 13 birre”

Il piromane che il 26 gennaio scorso ha colpito a Pavia è stato identificato e denunciato per il reato di danneggiamento seguito da incendio con le aggravanti della continuazione. Si tratta di un uomo di 45 anni originario di Pavia. L’uomo non ha ricusato le accuse e anzi ha dichiarato che quando è successo tutto era ubriaco. Il 45enne ha raccontato di aver bevuto ben 12 birre nel corso di quella serata. Una tredicesima bottiglia l’ha consumata successivamente, mentre percorreva a piedi Via Cavour. Tutto torna, e infatti in Via Cavour ci sono delle telecamere che lo hanno ripreso e che hanno permesso agli inquirenti di identificarlo.

Piromane identificato a Pavia, alcuni testimoni hanno dichiarato di aver visto un uomo che si allontanava dai luoghi colpiti

Le indagini sui fatti del 26 gennaio (dei roghi in cui sono bruciati una vettura, uno scooter, l’insegna di una struttura ricettiva e la tenda di un’edicola) sono scattate su segnalazione di alcuni testimoni, i quali hanno dichiarato di aver visto un uomo che si allontanava in fretta dai luoghi del fattaccio.

Sull’incendio che avrebbe bruciato l’insegna del B&B pare che gli inquirenti non abbiano dato conferma, ma come riporta La Provincia Pavese risulta un intervento dei Vigili del Fuoco. I pompieri sono intervenuti anche per spegnere le fiamme che hanno distrutto motorino e automobile: gli incendi sono risultati essere di matrice dolosa.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!