Teme di aver contratto il coronavirus. Si impicca per proteggere la sua famiglia

coronavirus suicidioUn uomo ha deciso di togliersi la vita perchè convinto di aver contratto il coronavirus.

Un gesto estremo, dettato dal voler proteggere la sua famiglia dalla malattia che si sta diffondendo in Cina e che sta preoccupando tutto il mondo: i contagiati sono oltre 45.000, con 1.100 persone decedute.

Balakrishnayya, 50 anni, temeva di diffondere l’infezione mortale alla sua famiglia e a tutto il suo villaggio in India. L’uomo era convinto di aver contratto il coronavirus dopo una visita dal medico per un controllo al cuore, avvenuta lo scorso 5 febbraio.

I medici gli hanno consigliato di indossare una maschera dato che stava sviluppando sintomi influenzali. Colpito dalla preoccupazione, il 50enne si è recato su Internet per capire quali fossero i sintomi del coronavirus.

L’uomo si è tolto la vita impiccandosi ad un albero

Balakrishnayya si è quindi convinto di aver sviluppato la malattia e ha cominciato ad evitare i membri della sua famiglia. Fino al tragico gesto: il 50enne ha bloccato la sua famiglia in casa e si è impiccato ad un albero, come riportato dal Daily Star Online.

Al momento, non sono stati ancora segnalati casi di coronavirus nella regione dell’Andhra Pradesh, dove vive la famiglia.

“I dottori gli hanno detto di usare una maschera … ha frainteso e credeva di essere stato infettato dal coronavirus – ha raccontato il figlio dell’indiano suicida – Forse, se avesse ricevuto una consulenza adeguata, non si sarebbe tolto la vita”.