La madre di Regeni attacca Di Maio: “E’ entrato nel Palazzo ed è cambiato, vergogna”

regeni di maio

La madre di Giulio Regeni non le manda a dire al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. 

Paola Deffendi ha commentato molto duramente la decisione del ministro del governo Conte, che si è detto favorevole alla permanenza dell’ambasciatore italiano al Cairo nonostante il caso di Patrick George Zaky, lo studente dell’Università di Bologna arrestato al rientro in Egitto con accuse di propaganda eversiva.

Per la madre di Regeni, l’ex capo politico del Movimento 5 Stelle ha cambiato idea una volta entrato “nel palazzo”.

“Andate a vedere cosa ha detto Di Maio nel 2016 su Giulio quando era all’opposizione – le parole di Paola Deffendi riportate su ‘Repubblica’ – Purtroppo come dicevo prima chi entra nei palazzi camminando sui tappeti non sente il suono dei propri passi e perde il contatto con la realtà. Chi entra nei palazzi cambia. E questo è una vergogna”.

“La debolezza della politica italiana non ci aiuta”

Entrambi i genitori del ricercatore italiano assassinato in Egitto hanno partecipato alla presentazione di “Giulio fa cose”, il libro scritto per chiedere verità e giustizia sulla morte di Giulio.

Anche il padre di Giulio Regeni, Claudio, esprime tutta la sua amarezza per il comportamento tenuto dal Governo. “L’ambasciatore non viene richiamato, cosa che stiamo chiedendo da tempo – spiega – il Governo egiziano non sta rispondendo alla rogatoria, quindi c’è una debolezza della politica italiana che non ci aiuta”.