Putin e i matrimoni gay: “Finché sarò presidente ci saranno papà e mamma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:00

No ai matrimoni gay.

E’ una posizione netta quella espressa due giorni fa dal presidente russo Vladimir Putin ai margini della seduta della commissione che sta lavorando a riformare la costituzione.

E se la riforma principale dovrebbe essere volta a postiticipare la data di scadenza del suo mandato al Cremlino (prevista per il 2024), Putin ha espresso la sua intenzione a inserire nella costituzione la definizione di matrimonio come unione tra uomo e donna.

Putin ha dichiarato in tal senso (secondo quanto riportato da Reuters): “Per quanto riguarda il discorso legato a genitore numero 1 e genitore numero 2, ne ho già parlato pubblicamente e lo ripeterò di nuovo: finché sarò presidente, ciò non accadrà. Ci saranno papà e mamma“.

Matrimonio omosessuale, cosa ne pensano in Russia?

La posizione espressa da Putin, sembra trovare riscontro nel pensiero dei cittadini russi: secondo un sondaggio del 2019 condotto dalla Russian Public Opinion Foundation e riportato dal sito della fanpage Electionday, solamente il 7% dei russi sarebbe favorevole alla legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso (contrario l’87%).

Da segnalare inoltre come la linea espressa da Putin trovi la sponda della Chiesa Ortodossa Russa.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!