Sottrarre sei senatori a Italia Viva. La mossa di Conte per salvare il Governo

conte renzi senatori italia viva Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, studia le mosse per evitare la crisi di governo. 

Dopo lo strappo di Italia Viva sulla prescrizione, lo scenario per l’esecutivo “giallorosso” è diventato a tinte fosche. In un video pubblicato sulla sua bacheca Facebook, Matteo Renzi ha spiegato di non voler compiere nessun attacco al Governo e di non voler fare “falli da dietro” al premier.

Tuttavia, sappiamo bene come in passato le parole rassicuranti di Renzi siano state prontamente disattese qualche giorno dopo (“Enrico stai sereno”, ndr). Ecco perchè Conte, che non si fida minimamente dell’ex premier, sta cercando di capire come fare per tenere in piedi il suo Governo, anche in caso di “sfiducia” da parte del gruppo di IV.

Conte vuole sottrarre sei senatori a Renzi 

E le risorse potrebbero arrivare proprio dal nuovo movimento politico creato da Matteo Renzi. Sì, perchè stando a quanto riportato dal quotidiano “La Repubblica” l’idea di Conte (e anche di Franceschini, ndr) è quella di replicare al Senato gli stessi numeri della Camera, in modo tale da non avere più bisogno di Italia Viva.

Come? Di fatto sottraendo a Renzi sei senatori, che passerebbero a sostenere il governo giallorosso. Si fanno i nomi di Gelsomina Vono, dell’ex berlusconiana Donatella Conzatti e di Giuseppe Cucca, ma finora si tratta solo di ipotesi.