Mette all’asta la sua verginità per pagare i debiti, la storia di Amanda e del suo incidente automobilistico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39

Due anni fa un terribile incidente automobilistico ha rischiato di ucciderla. Ora Amanda, 20 anni oggi, ha deciso di mettere all’asta la sua verginità per pagare i debiti che le sono rimasti

Questa è la storia della giovane Amanda, che due anni fa ha provato sulla sua pelle la paura di morire. La ragazza, allora 18enne, vive in Svizzera e quando tutto è successo si trovava all’estero. La sua vettura è finita fuori strada, ha sfondato una recinzione e ha concluso la sua corsa  nelle acque di un fiume. La ragazza si è salvata ma la sua famiglia ha dovuto sostenere molte spese per riportarla a casa e per curarla. Senza contare i danni che aveva subito la sua auto. Per questo motivo Amanda vuole ripagare i suoi cari per i sacrifici fatti. Come? Guadagnando dalla vendita della sua verginità.

Mette all’asta la sua verginità per pagare i debiti, dopo l’incidente la famiglia ha dovuto sborsare molto denaro

Fa discutere il gesto della 20enne Amanda, una giovane ragazza svizzera che per aiutare economicamente la famiglia ha deciso di mettere all’asta la sua verginità. Tutto ha avuto inizio due anni fa, e cioè quando la giovane ha avuto un butto incidente automobilistico.

Amanda si trovava all’estero e la famiglia si è dovuta fare carico di ingenti spese per riportarla a casa e per curarla. Il Daily Star riporta che Amanda vorrebbe raccogliere 50mila sterline per ripagare i suoi genitori.

Amanda ha spiegato che per lei la verginità non è un valore così importante come lo era prima di questi tragici eventi. Perché l’idea della morte ti fa cambiare, improvvisamente, prospettiva e ti fa capire che da un momento all’altro potresti non esserci più. “L’incidente mi ha fatto capire che la vita non può essere pianificata”, ha dichiarato infatti Amanda. E ancora: “La verginità non ha più lo stesso significato di prima. Non mi interessa con chi la perdo.”

Mette all’asta la sua verginità per pagare i debiti, Amanda non può lavorare

Pare che la scelta di Amanda derivi anche dal fatto che dopo l’incidente la giovane non sia più fisicamente in grado di lavorare. Così ha aperto un sito web, su cui fare la sua proposta di “vendita”, e ha postato una sua foto in intimo per sponsorizzarsi.

La prostituzione, in Svizzera, è una libera professione regolarmente autorizzata e lo è dal 1942. Tuttavia, il dato sempre crescente delle donne che decidono di mettere all’asta la loro verginità preoccupa e non poco.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!