“Piazza politica vr. piazza partitica”: le sardine tornano in piazza per chiedere la cancellazione dei decreti sicurezza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:52

Decreto sicurezza Sardine

Le sardine tornano con un presidio in piazza Santi Apostoli a Roma, contemporaneamente alla manifestazione di Matteo Salvini all’Eur.

Come anticipato, le sardine scendono nuovamente in piazza, con lo scopo di raccogliere idee per Roma, istanze della cittadinanza e chiedere di cancellare l’operato di Matteo Salvini ministro dell’Interno. Con particolare riferimento al decreto sicurezza.

Assente l’intero gruppo bolognese, tra cui Mattia Santori, impegnati nel preparare la manifestazione di domani per sollecitare presso le autorità egiziane la liberazione di Patrick Zaki, detenuto nel paese nordafricano.

Lo striscione sotto il palco riporta “Sardine amplifica sardina #Roma non abbocca” mentre quello sulle transenne recita “L’amore costruisce, l’odio affonda – Sardine Antifasciste”.

La manifestazione si svolge in contrapposizione a quella di Matteo Salvini, con lo scopo di chiedere la cancellazione del suo operato. Contrapposti anche gli slogan, come avevamo spiegato: “Roma torna capitale” e “Roma città aperta”. Il primo slogan è quello che ha lanciato Matteo Salvini in vista delle comunali del prossimo anno, l’altro quello delle sardine che vogliono una città partecipata, umana, viva.

Le dichiarazioni della portavoce: le piazze sono belle, le nostre sono vere

“Noi non parliamo di cambiare i decreti Sicurezza, noi chiediamo di abrogarli. La differenza è sostanziale. Mi rendo conto che è una scelta che i 5 stelle hanno fatto e ritrattarla può essere complicato per loro, però forse potrebbe servire loro per mostrare una volontà reale di discontinuità rispetto alla loro alleanza con Salvini, potrebbe essere utile per ricostruire qualcosa”, ha detto Jasmine Cristallo, portavoce calabrese delle Sardine, a margine della manifestazione. “Non mi va di fare paragoni con nessuno, nemmeno con la piazza di ieri. Le piazze sono belle, le nostre non sono riempite con i pullman, sono spontanee, sono vere. Ma bisogna sempre rispettarle“, ha detto Cristallo.

Per Massimiliano Perna, delle Sardine Siciliane, “Questa é una piazza politica” mentre quella di Salvini è una “piazza partitica” spiegando che il loro è un movimento spontaneo, senza “nessuno dietro”.

Molti gli interventi previsti sul palco Romano, tra cui la presidente della casa internazionale delle donne Maura Cossutta, il rappresentante legale del Baobab Giovanna Cavallo, il presidente dell’Anpi Roma Fabrizio De Sanctis, la rappresentante di Amnesty Italia Martina Chichi mentre spetterà a Massimiliano Perna delle Sardine siciliane focalizzarsi sull’abolizione dei decreti sicurezza.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!