Sardine e Lega, a Roma due incontri in contemporanea: Salvini “sfida” i giovani manifestanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:48

L’Eur e Piazza Santi Apostoli, a Roma, si accendono in contemporanea per due eventi diametralmente opposti tra loro: da un lato c’è Salvini, dall’altro ci sono le Sardine

Oggi a Roma si potranno incontrare Matteo Salvini o le Sardine. Ovviamente, non nello stesso luogo: si tratta di due eventi che avranno luogo in simultanea nella capitale ma in due zone diverse della città. Uno all’Eur, dove ci sarà Matteo Salvini che alle 16:30- presso il Palazzo deli Congressiincontrerà le categorie professionali e produttive. È un incontro preparatorio alle comunali che interesseranno l’Urbe nel 2021. Le Sardine si riuniranno, invece, in Piazza Santi Apostoli e protesteranno contro la Lega i contro il suo leader.

Oggi Salvini e le Sardine a Roma, previsti due incontri all’Eur e in Piazza Santi Apostoli

Due slogan diversi per la stessa città. L’Urbe oggi sarà “Roma torna capitale” e “Roma città aperta”. Il primo slogan è quello che ha lanciato Matteo Salvini in vista delle comunali del prossimo anno. Proprio nel corso del pomeriggio di oggi, al Palazzo Congressi dell’Eur, il leader del Carroccio incontrerà le categorie professionali e produttive per parlare di quello che accadrà il prossimo anno, quando Roma Capitale cambierà (in toto o in parte) sindaco, membri del Consiglio e della Giunta.

Dall’altra parte, in Piazza Santi Apostoli, ci sono i più fieri oppositori della politica dell’ex Ministro: le Sardine. Lo slogan “Roma città aperta”, che riprende il titolo di un noto capolavoro cinematografico, è il loro. Per organizzare l’evento è stata lanciata una raccolta fondi che prevedeva il raggiungimento di una cifra pari a 5mila euro (cifra raggiunta e superata). Queste la parole utilizzate per lanciare la raccolta: “L’ondata di civiltà, pacifismo e umanità cavalcata a dicembre torna a Roma. È tornato il momento di alzarsi, uscire in mare aperto e gridare il nostro amore“.

Oggi Salvini e le Sardine a Roma, il leader della Lega minaccia con l’Italexit

Si parla di Italexit. Anzi, no: di Conte-exit. Così Matteo Salvini ha deciso di parlare rivolgendosi all’Unione Europea e puntando di nuovo il dito contro la sua politica.

In vista del tesseramento leghista del 2020, l’ex Ministro ha parlato di un’uscita dell’Italia dall’euro da mettere in pratica qualora le regole dell’Unione non siano modificate nel prossimo futuro. Un’esternazione, forte, che ha subito lasciato spazio a problematiche  di politica interna, spostando l’obiettivo del Carroccio su Giuseppe Conte. L’emergenza, per il Paese, è la presenza di questo Presidente del Consiglio e la Lega dovrà lavorare per mandarlo via.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!