Bimba di 8 anni muore dopo essere stata stuprata da 16 uomini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Una bimba di soli 8 anni è morta in India dopo aver lamentato un forte dolore allo stomaco. Pochi mesi prima i genitori avevano denunciato lo stupro da parte di 16 uomini.

Nella città indiana di Tamil Nadu, una bimba di 8 anni è deceduta in ospedale dopo aver lamentato dei forti dolori allo stomaco. Secondo quanto emerge dai tabloid britannici i genitori si sono resi conto che la situazione era grave quando hanno sentito la piccola che urlava dal bagno. Il padre adottivo ha sfondato la porta ed ha portato la bimba in ospedale in tutta fretta. Purtroppo i medici non sono riusciti a salvarle la vita e ne hanno dovuto decretare il decesso.

Leggi anche ->Condannato a morte per lo stupro e omicidio di una bimba di 7 anni: le ultime parole prima dell’esecuzione

Al momento non è chiaro quale sia stata la causa della morte. A stabilirlo sarà un’autopsia effettuato sul corpo della piccola. Ciò nonostante il caso è stato catalogato come “Morte innaturale” e c’è la possibilità che il decesso sia stato causato da violenze sessuali subiti nei mesi precedenti. Al momento, in ogni caso, nessuno è stato iscritto nel registro degli indagati.

Leggi anche ->Bimba di sei anni stuprata e soffocata, il suo corpo presentava 117 ferire negli organi genitali

La denuncia ai danni di 16 uomini per abusi continuativi

L’ipotesi che la morte possa essere stata causata dalle violenze sessuali subite dalla bambina nasce dal fatto che a fine 2019 i genitori hanno denunciato 16 uomini, compresi alcuni parenti di stupro. Questi si sono accorti delle violenze subite quando la figlia ha cambiato radicalmente atteggiamento. Prima era una bambina solare, che amava giocare e all’improvviso era scontrosa, non voleva essere toccata da nessuno. Inoltre la notte aveva disturbi del sonno, attacchi di paura e improvvisi tremori. Le violenze, secondo quanto riportato sarebbero andate avanti per ben 3 anni.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!