Coronavirus, ha 98 anni il paziente più anziano mai guarito: è il vescovo Joseph Zhu Baoyu

L’uomo piu’ anziano a guarire, finora, dal Coronavirus è un uomo di chiesa: si tratta del vescovo cinese Joseph Zhu Baoyu (98 anni)

Il vescovo cinese Joseph Zhu Baoyu è tra le persone che hanno contratto il Coronavirus. La sua storia, riportata in queste ore da numerosi siti e blog legati al mondo della religiosità, ha davvero un che di sorprendente: basti pensare che il vescovo, alla venerandissima età di 98 anni, sarebbe perfettamente guarito 11 giorni dopo aver contratto la malattia. Il suo caso di guarigione ne richiama alla mente anche altri, altrettanto stupefacenti. In particolare ci riferiamo alla notizia secondo la quale tra i guariti ci sarebbe anche una bimba piccolissima, nata appena due mesi fa.

Vescovo di 98 anni guarisce dal Coronavirus, i medici positivamente sorpresi

Sono bastati circa 10 giorni di ricovero (dal 3 al 12 febbraio) a Monsignor Zhu Baoyu (98 anni) per riprendersi completamente dal Coronavirus. Circa una decina di giorni dopo essere stato trasportato in ospedale, il vescovo di Nanyang è stato sottoposto a dei test sull’infezione che hanno dato esito negativo.

Vista la sua età molto avanzata, e le sue condizioni di salute non ottimali (tralasciando il nuovo virus, il vescovo presentava versamenti pleurici e problemi di aritmia), lo stupore dei medici è stato ancora maggiore.

Il suo è stato un caso di ripresa davvero eccezionale. Il virus è letale per gli anziani e per chi ha già delle complicanze a livello clinico”, hanno fatto sapere i medici.

Vescovo di 98 anni guarisce dal Coronavirus, per Monsignor Zhu anni di prigione e lavoro rieducativo

Ordinato vescovo nel 1995, la vita del prelato è stata tutt’altro che facile e prima di essere ordinato ha affrontato anni di prigionia e il “lavoro rieducativo”. Insieme a lui c’erano anche una ventina di sacerdoti e un centinaio di suore.

Fino a quando le condizioni fisiche glielo hanno consentito ha onorato fino in fondo il suo ultimo mandato. Adesso Zhu Baoyu è diventato un esempio in tutta la Cina e una certezza sul fatto che dal Coronavirus ci si puo’ riprendere.

Maria Mento