Coronavirus, come cambia la quotidianità: stop ad alcol test per ridurre rischio di contagio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:06

Stop ad alcool test - coronavirus

Come il coronavirus cambia le piccole cose: tra le disposizioni precauzionali c’è lo stop
all’alcoltest per evitare il rischio contagio. Nuove regole anche per gli uffici pubblici: è obbligatorio indossare le mascherine.

L’aumento dei casi di coronavirus in Italia impongono un aumento delle misure precauzionali, anche per gli uffici pubblici. La prima modifica alle regole d’ingaggio riguarda le forze dell’ordine ed, in particolare, i vigili urbani di Torino.

Da sabato sera è previsto avere con sé le mascherine e indossarle in caso di contatto con le persone.

Sono state sospese per cautela tutti gli accertamenti che prevedano un aumento del rischio di contagio, quali alcol test e quello per la positività agli stupefacenti.

Consigliato anche di limitare il più possibile il contatto con le persone, limitandosi a compiti di viabilità. Ai sospetti ubriachi al volante, quindi, saranno inflitte le sole sanzioni amministrative.

Cosa cambia negli uffici pubblici

Modifiche anche nell’operatività degli uffici pubblici, dove da domani si raccomanda di evitare il sovraffollamento dei locali e di assicurare la frequente aerazione, di accertarsi che venga effettuata da parte delle ditte un’accurata pulizia e disinfestazione delle superfici e degli ambienti, e di usare, dove esistono, gli sportelli con vetro di protezione o comunque mantenere una distanza di almeno un metro e mezzo dall’utente.

E’ sconsigliato impiegare allo sportello dipendenti con patologie croniche e dunque maggiormente soggetti a infezioni. Si invita anche a limitare le riunioni quali ad esempio convegni e le esercitazioni.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!