Treno proveniente dall’Italia bloccato alla frontiera con l’Austria: due casi sospetti di coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:13

treno bloccato al confine con l'austria

Un treno Eurocity partito dall’Italia è fermo al confine con l’Austria: a bordo sono stati segnalati due casi sospetti di coronavirus, fatti scendere a Verona

Due casi sospetti di coronavirus hanno spinto le autorità a fermare un treno proveniente dall’Italia e diretto in Austria alla frontiera del Brennero. La notizia è riportata dalla stampa austriaca: ad allertare le autorità sarebbe stato proprio il capotreno italiano dell’Eurocity dopo che è stata rilevata la presenza di due persone con sintomi che potrebbero essere riconducibili a quelli del coronavirus. A quel punto i due viaggiatori sono stati fatti scendere a Verona ma nonostante questo il treno è stato fermato alla frontiera con a bordo 300 persone.

Marine Le Pen: “Avviare i controlli alle frontiere”

Questo è ufficialmente il primo caso di intervento alla frontiera con l’Italia, dopo che l’epidemia di Covid-19 è iniziata anche nella penisola e che fa seguito alle richieste della leader di estrema destra Marine Le Pen di avviare i controlli alle frontiere. “Il governo – ha dichiarato a tal proposito – deve essere in grado di prevederlo e preferisco che faccia di più o troppo che non abbastanza”. “Al momento – ha aggiunto parlando nel corso del programma Grand Jury di Rtl-Lci-Le Figaro – non ha fatto abbastanza visto che consente i voli dalla Cina”. I controlli alle frontiere, ha detto ancora “saranno necessari se l’epidemia finisce fuori controllo in Italia”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!