Gli esplode la sigaretta elettronica in tasca e si trova avvolto dalle fiamme: uomo ustionato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

Un uomo di 48 anni stava festeggiando con la propria famiglia in casa quando si è trovato improvvisamente avvolto dalle fiamme alimentate dal litio.

Graham Tooby, britannico, stava celebrando con la famiglia e gli amici nella sua casa a Dubai quando la sua sigaretta elettronica gli è esplosa nella tasca.

L’articolo del Daily Star mostra le scioccanti ustioni subite dall’uomo, fotografo e videografo attualmente residente a Dubai con sua moglie Kathryn e i loro due figli di 3 e 6 anni.

Aveva festeggiato con gli amici e la famiglia nel giardino di casa sua a Dubai, quando è stato improvvisamente avvolto da fiamme blu dopo che la batteria al litio nella sua sigaretta elettronica è esplosa.

“Mio cognato mi ha gettato acqua, ma poiché le batterie al litio non si fermano finché non si esauriscono, continuavo a bruciare”, ha detto l’uomo ai media locali.

“Ero nel panico e dolorante e non sapevo davvero cosa fare perché era successo tutto così all’improvviso, non era come se il dispositivo si fosse riscaldato in anticipo, è letteralmente passato da zero a fiamme blu e un forte sibilo in pochi secondi. Senza alcun preavviso avevo fuochi d’artificio che venivano dalla mia tasca e tutti stavamo solo cercando di fermarlo.”

Tooby racconta che quando alla fine è riuscito a togliersi i pantaloni, ha notato una grande bruciatura delle dimensioni della mano di un uomo nella parte superiore della coscia sinistra.

Ha aggiunto che l’intero incidente è durato circa 30 secondi ma è sembrato molto più lungo, e che è stato fortunato che non siano rimaste coinvolte le parte intime.

L’uomo ha scherzato dicendo che se la sua tasca fosse stata di un pollice a destra, avrebbe dovuto cambiare il suo nome da Graham a Shirley.

Le cure mediche dopo l’incidente

Graham è stato portato di corsa all’ospedale di Rashid in ambulanza per il trattamento di ustioni d’emergenza e successivamente ha subito altri due interventi chirurgici all’ospedale MedCare dal dottor Jamali, uno specialista in chirurgia ricostruttiva e plastica.

Ha rimosso il tessuto morto , ciò nonostante ha comunque avuto un infezione del sangue.

Sei settimane dopo ha affrontato un innesto di pelle dalla parte posteriore della gamba alla parte anteriore.

Non è stato in grado di lavorare per due mesi e ora avrà una cicatrice permanente che lo ha motivato a pubblicare un messaggio sui pericoli dell’utilizzo delle macchine a vaporizzazione.

Ha detto che oltre al danno che fanno ai polmoni, le batterie sono un ulteriore pericolo che le rende persino peggiori delle sigarette.

Dopo l’incidente non ha pià fumato ne svapato ed è molto grato nonostante gli infortuni, perché avrebbe potuto andare molto peggio se, ad esempio, fosse stato alla guida in autostrada nel momento dell’incidente.

L’uomo ha aggiunto che se le persone vogliono davvero usarle, devono assicurarsi che le batterie non siano danneggiate e sconsiglia gli apparecchi in cui la batteria può essere sostituita dall’utente piuttosto che da un professionista competente.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!